MotoGP, Valentino Rossi

L’ex campione Ducati: “Vincere con Valentino Rossi ha un altro sapore”

Carlos Checa parla della MotoGP senza Valentino Rossi. Sarà una grande perdita per tifosi e piloti, ma prevede lievi contraccolpi di share.

14 dicembre 2021 - 14:19

Che MotoGP sarà senza Valentino Rossi? Una risposta la troveremo solo ad inizio Mondiale 2022, quando sugli spalti continueranno probabilmente a comparire i colori gialli. Ma il primo vero responso verrà dai dati televisivi, che molto dipenderanno anche dallo show cui assisteremo in pista. Fatto sta che il motorsport è sempre sopravvissuto anche all’addio delle più grandi stelle internazionali, vedi Ayrton Senna e Michael Schumacher per la Formula 1. Ma è anche vero che nessuno come Valentino Rossi, nella storia del Motomondiale, ha saputo fare tanti proseliti.

Carlos Checa, campione del mondo Superbike con Ducati nel 2011, è ottimista. “Non credo che cambierà, continueranno a girare come prima (ride). Valentino è sempre quello che c’era e continuerà ad esserci di persona – ha detto in un’intervista a Motosan -. Non so se da dirigente, accompagnando il fratello, la squadra… Ma è ovvio che Valentino ha segnato un’epoca. Negli ultimi anni è stato un po’ fuori da quella lotta, però ha continuato a provarci con il suo miglior sorriso, non sarà stato facile per lui“.

Valentino Rossi ha lasciato la MotoGP con il peggior risultato in carriera, 18° posto in classifica finale. Ha però dimostrato di poter competere a certi livelli anche all’età di 42 anni, di sapersi divertire nonostante tutto. “Così ha dimostrato che è quello che lo appassiona, lo commuove e lo ha fatto fino all’ultimo, ingoiando qualche brutto risultato che per un pilota come Rossi non è facile. Credo che ora sarà su un altro piano e contribuirà con l’esperienza. Ma penso anche che i protagonisti siano stati a lungo altri e abbiano saputo approfittarne… Poter vincere un campionato con Rossi in pista ha un sapore migliore“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”