MotoGP, Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo risponde a Giacomo Agostini: “Ti devo dei soldi?”

Jorge Lorenzo risponde a Giacomo Agostini dopo le sue dichiarazioni a 'La Gazzetta dello Sport': "Facile parlare se non guida una moto da 50 anni".

5 maggio 2020 - 16:42

Jorge Lorenzo ha festeggiato il suo 33° compleanno nella sua residenza a Lugano, con tanto di torta, candeline e amici. Il campione di MotoGP ha reso partecipi i quasi due milioni di follower su Instagram, dove sono arrivati gli auguri di tanti colleghi. “33 anni! Come passa il tempo, quando avevo 10 anni mia madre aveva questa età e l’ho vista molto lontana… Oggi li ho appena compiuti e questi 20 anni… sono volati!“, ha scritto il collaudatore Yamaha.

Nella giornata di ieri ‘La Gazzetta dello Sport’ ha pubblicato un’intervista a Giacomo Agostini, che non ha risparmiato qualche velata critica al maiorchino. Sul possibile ritorno alle corse ha commentato: “Lorenzo è un rischio per me. È la seconda volta che fallisce e non ottiene risultati, dopo Ducati e Honda… La moto è importante, ma la testa del pilota fa molto. Come per Lorenzo in Ducati: prima le brutte figure e poi, perché ti modificano il serbatoio, sei davanti. Queste cose le ho provate pure io, serbatoio, sellini corti o lunghi, pedivelle… mi sentivo più o meno a mio agio, ma non è che non andassi. La testa, è quella che fa la differenza“.

Parole che sono arrivate al cospetto di Jorge Lorenzo che non ha accolto molto bene. “Ma a quest’uomo devo dei soldi o cosa? Dice che ho fallito in Ducati… Andiamo amico … Com’è facile parlare quando non guidi una moto da 50 anni“. Ci sarà occasione per smentire Ago nella stagione 2020 effettuando una wild card con la sua amata M1? Qualche mese fa ha annunciato un jolly in Catalunya e chissà se Dorna gli consentirà di mantenere l’impegno annunciato in questa stagione MotoGP a dir poco sui generis…

5 commenti

giovanni.mercant_14842744
20:20, 7 maggio 2020

ho scritto ma non è stato pubblicato

giovanni.mercant_14842744
14:13, 7 maggio 2020

Ago con la sua esperienza è un tecnico molto pignolo ,lo è sempre stato anche nella messa a punto delle sue moto.Le sue analisi sono molto chiare,si è limitato a evidenziare fatti realmente avvenuti in maniera corretta.Non c’entra nulla il dire che correva 50 anni fa,perchè quando correva lui èra molto più importante il vero pilota,non l,elettronica e le gomme che abbiamo oggi nel GP ,NONCHè IN CERTI CASI ANCHE I CIRCUITI(Cittadini molto pericolosi).Per cui rispetto e umiltà difronte a lui.

marcogurrier_911
21:59, 5 maggio 2020

No Mr.Jorge Lorenzo, lei ex pilota come si permette a parlare in questo modo a Giacomo Agostini.
Le scuse negli ultimi tre anni sono state la sua specialità, quindi non voglio nemmeno immaginare cosa direbbe dopo un giro flat out sul Mountain. Abbia rispetto di un Mito.

Max75BA
17:08, 5 maggio 2020

…in Ducati il campione (come ama definirsi…) ha fallito perché le 3 vittorie in 2 anni sono insufficienti avendo un ingaggio faraonico per vincere il campionato e invece non ha mai lottato per il titolo…il suo è stato un biennio in Ducati fallimentare.

    fabu
    18:40, 5 maggio 2020

    fossero stati due anni, che tra infortuni e scuse ne ha fatto uno e mezzo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp

MotoGP, la ripartenza: quando arriva l’OK dal governo spagnolo?

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Deciderò la prossima settimana”

jack miller 2019

MotoGP, Jack Miller: “Marquez il riferimento, dobbiamo avvicinarci”