Jorge Lorenzo MotoGP

Jorge Lorenzo: “Il Ranch di Valentino Rossi è come Disneyland”

Jorge Lorenzo ricorda con gioia l'esperienza al Ranch di Valentino Rossi e apre a due progetti per il futuro: le corse in auto e il commentatore tv.

4 gennaio 2022 - 22:16

Il 2021 è stato il primo anno senza MotoGP dopo tanti anni di carriera per Jorge Lorenzo. Fino all’anno prima era sotto contratto Yamaha in veste di collaudatore, ma poche le apparizioni in pista in sella alla YZR-M1. L’abbiamo visto in visita al paddock. Ha commentato i Gran Premi su YouTube, esperienza che non pensa di ripetere: “L’idea ha avuto successo, ma ha richiesto più impegno del previsto“. Nel mese di dicembre il maiorchino è ritornato in sella per la 100 Km al Ranch di Valentino Rossi e al volante di una Porsche 911 GT3 a Franciacorta.

Nel futuro del pentacampione ci sono tanti progetti in cantiere. A cominciare dalla corse automobilistiche: “E’ una possibilità – racconta a Motosan.es -. Mi piacerebbe provare una disciplina motoristica con meno rischi e che richiede meno preparazione fisica. Ma che sappia regalare adrenalina e competizione. Vedremo se riusciremo a raggiungere un accordo per correre“. Jorge Lorenzo continua a coltivare anche l’idea di essere un telecronista della MotoGP: “Mi attira molto, è un’altra possibilità nell’aria“.

Lorenzo e il rapporto con Rossi

Vederlo al Ranch di Tavullia ha fatto un certo effetto. La vecchia rivalità con il Dottore sembra ormai acqua passata, tant’è che Jorge si sarebbe voluto intrattenere qualche giorno in più. “Un’esperienza unica, perché a chi piace il Dirt Track la pista di Valentino è come una Disneyland per adulti… Non mi aspettavo l’invito ed è stata una piacevole sorpresa che apprezzo molto. Ero così eccitato che ho deciso di cancellare il mio volo per Punta Cana per partecipare (alla 100 Km, ndr). Mi sono divertito come un bambino sia in pista che fuori“.

Dal 2022 nel “club dei pensionati” ci sarà anche il Dottore. Per la MotoGP potrebbe essere una grave perdita? “Il motociclismo era seguito molto prima di Valentino Rossi e continuerà ad essere seguito dopo di lui. Ma è vero che il carisma e l’autenticità di Valentino hanno aiutato una grande percentuale di spettatori a guardare la MotoGP e iniziare a seguirla – ha concluso Jorge Lorenzo -. Sarà difficile trovare un’altra personalità così carismatica come Rossi“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

furusato moto3

Moto3: Taiyo Furusato, il passo verso “quelle gare viste solo in TV”

MotoGP Test Sepang 2022

MotoGP, Test Sepang 2022: cosa bolle in pentola e novità box-to-box

Aleix Espargaro e Maverick Vinales

MotoGP, Vinales ed Espargarò a Noale: briefing sull’Aprilia RS-GP22