MotoGP, Andrea Iannone

Hofmann: “Iannone pensa al suo pacchetto Instagram”

L'ex pilota Alex Hofmann senza peli sulla lingua nel giudicare Andrea Iannone: "Non so se pensa più a Instagram o a migliorare le prestazioni in moto".

3 gennaio 2020 - 14:59

Resta in sospeso il futuro di Andrea Iannone, almeno fino al 7 gennaio, quando conosceremo il risultato delle controanalisi. Risultato positivo al doping dopo il GP di Sepang, la FIM ha redatto un comunicato ufficiale il 17 dicembre, lasciando al pilota Aprilia il tempo per preparare la difesa legale. Nelle sue urine sono state rilevate tracce di Drostanolone, steroide anabolizzante androgeno piuttosto datato nel mondo del bodybuilding. Una brutta tegola per il team di Noale che, in caso di sospensione prolungata del pilota abruzzese, dovrà affidarsi a Karel Abraham o al collaudatore Bradley Smith.

IPOTESI BRADLEY SMITH

Restano ancora incerte le eventuali contromosse di Aprilia. Innanzitutto bisognerà attendere i risultati del secondo test sulle urine. Se dovessero confermare la positività, a quel punto Andrea Iannone potrebbe rischiare fino a due anni di sospensione (quattro se viene provato che l’assunzione è intenzionale). Il che significherebbe una carriera da pilota quasi certamente al tramonto. In un botta e risposta con i fan, il collaudatore britannico sembra in attesa di risposte ufficiali. “Per ora solo ipotesi… Nessuna informazione ancora, ulteriori analisi da fare e decisioni da prendere“. Nell’attesa la stampa estera sembra pronta al massacro mediatico.

HOFMANN CONTRO IANNONE

Alex Hofmann, ex pilota tedesco, è stato anche collaudatore Aprilia in Superbike. Attualmente è commentatore per l’emittente tedesca ServusTV e non ha rivolto certo parole ovattate per Andrea Iannone. “Dobbiamo sempre un po’ sorridere quando succede qualcosa al ‘Maniac’ – ha detto a Motorsport-Total.com -. Ho la sensazione che sia distratto e voglia fare il modello. Non puoi sapere se voglia migliorare il suo pacchetto Instagram o le prestazioni in moto. È una persona così concentrata sull’uso dei social che mostra dove vanno gli interessi privati… Se Iannone è felice di essere solo su Instagram allora dovremo accettarlo“. E pensare che la sentenza non è ancora arrivata… Fatto sta che da quel 17 dicembre il rider abruzzese non è più comparso sui social media. E la sua presenza al primo test MotoGP di Sepang è in forte dubbio.

1 commento

gio789svizzer_14563394
15:17, 4 gennaio 2020

Iannone…pilota da poco gas ma tanto gossip…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Max Biaggi

Max Biaggi: “Nessuna chiamata per i test, ma resto a disposizione”

MotoGP, Ducati, GP20

Spy MotoGP: controller Ducati per fare breccia nel regolamento

Valentino Rossi a Ravenna: “riscaldamento” in motocross (VIDEO)