MotoGP, Fabio Quartararo

Fabio Quartararo: “Sono in MotoGP grazie a Valentino Rossi”

Fabio Quartararo ha scalzato Valentino Rossi dal team Yamaha factory, ma ammette: "Sono qui grazie a lui, sono cresciuto circondato dai suoi poster".

8 marzo 2020 - 10:52

Yamaha ha pianificato il suo futuro in MotoGP su Fabio Quartararo. Il giovane francese ha realizzato numeri da capogiro nella sua prima stagione in Top Class: 6 pole, 7 podi e 5° posto finale in classifica. Sarà sempre ricordato come il pilota che ha scalzato Valentino Rossi dal team factory, innanzitutto per una questione di età. 41 l’uno, 20 l’altro, una scelta condivisibile a meno che non sei un fan irriducibile del Dottore. “Se mi trovo qui è anche perché mi ha travolto e ispirato con la sua passione“, ha detto in un’intervista a GQ Italia. “Sono cresciuto guardandolo in tv e nei poster con cui avevo interamente rivestito le pareti della mia stanza“.

EL DIABLO IL FUTURO, VALE IL PASSATO

Fabio Quartararo viveva il paddock sin dalla tenera età, facendosi immortalare con i vari Lorenzo, Rossi e Simoncelli. È cresciuto ammirando i suoi beniamini, fino a sfidarli e per certi versi a superarli, almeno in singole gare. Gli manca ancora la prima vittoria in MotoGP, poi sarà la volta di puntare al titolo. “Ogni domenica realizzo il sogno della mia vita“, ha ammesso il pilota del team Petronas SRT. Il campione di Tavullia qualche mese fa l’ha definito una bega… “Detto da Vale, lo considero un complimento esagerato“. Del resto nessuno avrebbe scommesso su di lui prima dell’esordio, arrivato dalla Moto2 dopo una sola vittoria e un podio nell’anno precedente.

Dopo pochi mesi, invece, persino Ducati, sempre pronta a puntare sui migliori, ha cercato di portarlo via alla Yamaha. Ma tra Fabio Quartararo e M1 è stato amore a prima vista. Miglior rookie e pilota privato del 2019, “la mia seconda stagione sarà un trampolino di lancio. Voglio sfruttare tutte le mie capacità. Il metodo l’ho trovato: stare calmo. Solo così il cervello può funzionare a pieno regime. I muscoli sono indispensabili per governare un bolide che pesa più del doppio di me, ma la vera forza sta nella mente“. Si aiuta con la musica rap per azzerare la mente dai cattivi pensieri. “Voglio essere la versione migliore di me stesso. Sicuro che la prima vittoria, mancata troppe volte per un soffio, accompagnerà il prossimo sorpasso“.

1 commento

matteochiarello197_14424442
11:32, 8 marzo 2020

Non è solo velocissimo! È anche astuto il ragazzo!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp barcelona

MotoGP: Sospeso il Gran Premio di Catalunya del 7 giugno

motogp

MotoGP, la tecnica: La sfida logistica delle squadre nel Mondiale

MotoGP, Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Marc Marquez: “Fortunato a non correre in Qatar”