MotoGP, Danilo Petrucci 2021

ESCLUSIVA Danilo Petrucci: “In MotoGP fino a quando non sarò il più vecchio”

Intervista esclusiva a Danilo Petrucci. Nella stagione MotoGP 2021 inizia una nuova sfida con KTM Tech3: "Voglio vincere con due factory diverse".

25 gennaio 2021 - 12:23

Ogni stagione MotoGP è una sfida, ma il 2021 lo sarà ancora di più per Danilo Petrucci che cambia livrea dopo sei campionati in Ducati. Tra il pilota umbro e KTM Tech3 è stato subito amore a prima vista, un marchio che ha sempre amato per l’innata passione dello sterrato. Nuova moto, nuovo team, nuovi stimoli che lo spingeranno verso traguardi ambiziosi. Dopo le due vittorie con la Rossa (Mugello 2019, Le Mans 2020) vuole ripetersi con il marchio arancione, sulla scia dei progressi tecnici collezionati dalla RC16 nell’ultimo Mondiale. Porterà con sé un ricco bagaglio di esperienza, in una griglia MotoGP dove a farla da padrona sono le nuove generazioni. Ma buon sangue non mente e Danilo ha ancora tanta voglia di stupire.

Ciao Petrux. Come procede la preparazione invernale?

Procede bene, fuori piove e in questo momento sono costretto dentro casa (con la cyclette, ndr). In questi giorni mi sono allenato parecchio con la moto da cross ed enduro, quindi è un po’ di scarico. Devo smaltire un po’ di quegli acciacchi che avevo al collo dopo il test di Jerez. Ho due ernie C5-C6 e devo fare attenzione. Nella prima settimana di febbraio andrò al centro di Thalgau.

Spesso abbiamo sentito che lavori sul peso corporeo. Hai apportato ulteriori modifiche all’alimentazione e quando andrai al Red Bull Athletic Performance Center di Thalgau?

Il peso è un fattore che spesso influenza le mie prestazioni, in certi casi è un vantaggio, in altri uno svantaggio. Sicuramente sto lavorando al massimo come ho fatto negli anni passati. Sono molto focalizzato su questa nuova sfida, per me è una nuova avventura e voglio cominciare con il piede giusto. Voglio arrivare in perfetta forma per le prime gare.

Hai già parlato con Hervé Poncharal e cosa vi siete detti?

Con Hervé ci siamo parlati, non riuscirò ad andare a trovare tutti i ragazzi prima dei test. Saremo impegnati in uno shooting fotografico quando i meccanici saranno nel reparto corse di Hervè. Però ho molta stima di lui, è una persona che mi ha sempre trasmesso fiducia, molto solare e simpatico. Sono molto curioso di provare la nuova moto ma anche un ambiente che sembra molto positivo come quello della Tech3.

La KTM RC16 ha mostrato ottime prestazioni nel 2020. Questo ti mette più pressione? Pensi possa abbinarsi al tuo stile di guida?

La RC16 è cresciuta tantissimo, in KTM hanno fatto molte migliorie lo scorso anno, sono quelli che sono cresciuti di più. Non mi mette pressione, anzi, mi dà ancora più spinta e motivazione. Aumenta la curiosità giorno dopo giorno per provarla. Non posso al momento dire quali sono le caratteristiche della moto, almeno fino a quando non la proverò la prima volta.

Alla fine del Mondiale 2021 sarai soddisfatto se…?

Non mi sono posto obiettivi, chiaramente vorrei vincere ancora, vincere con due factory diverse è una cosa che hanno fatto i migliori piloti. E’ una sfida plausibile, ma non ho aspettative.

Pensi che il 2021 sarà un anno decisivo per la tua carriera?

Il 2021 sarà un anno decisivo come sono tutti decisivi. Dopo tanti anni cambio moto e sono affascinato di cominciare questa nuova sfida.

Si parla di cambio generazionale. Ti senti coinvolto? Come immagini il tuo futuro dopo la MotoGP?

Ho cominciato nel 2012 che ero il più giovane in griglia, questo sarà il mio decimo anno, sono ormai tra i più vecchi. Mi piacerebbe continuare fino a quando non sarò il più vecchio, quindi conto di correre ancora un po’ di anni se sarò veloce. Al momento non so immaginare un futuro dopo la MotoGP.

Che effetto farà non rivedere in pista Andrea Dovizioso neppure come avversario?

Sarà sicuramente molto brutto, è uno dei migliori piloti della MotoGP. Penso si stia preparando con la moto da cross nel caso possa ritornare.

Se dovessi scommettere… Sarà l’ultima stagione per Valentino Rossi?

Dovreste chiedere a lui, Valentino si diverte molto, correrà fino a quando si divertirà. Difficile rispondere a questa domanda.

Photo: Instagram @petrux9

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mv agusta forward moto2

Moto2: ecco MV Agusta Forward Racing 2021 con Baldassarri, Corsi e Marcon

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, Alberto Puig pungente: “Non ci aspettiamo di perdere”

pol espargaro motogp

MotoGP, Pol Espargaró: “Ricominciamo a sentire lo spirito delle corse”