MotoGP VInales

MotoGP, Vinales e un antico problema: “Devo essere veloce in partenza”

Maverick Vinales chiude i test MotoGP con grande fiducia: c'è grande feeling con la M1 e lo spagnolo fa un confronto con le gomme dell'anno precedente.

12 marzo 2021 - 17:45

Maverick Vinales chiude con il sorriso i test MotoGP in Qatar prima di pensare all’inizio della stagione. Lo spagnolo è stato molto veloce nel corso di tutte le giornate e ha messo in mostra un grande ritmo, come ammesso anche dai suoi rivali. Se il buongiorno si vede dal mattino, il 2021 di Vinales è partito con la marcia giusta, ma in gara tutto potrebbe cambiare. Per il momento resta la soddisfazione di avere fatto un bel lavoro, anche se non mancano certamente le aree su cui poter migliorare.

“Dovremo usare le nostre armi”

“Ieri abbiamo provato il nuovo telaio e mi sono sentito a mio agio da subito e i giri sono venuti in modo facile”, esordisce. “Sono tutti segnali positivi, ma continuiamo a lavorare perché il weekend di gara sarà difficile. Abbiamo le nostre armi e dovremo usarle a nostro vantaggio”. Maverick lascia il Qatar con il sorriso: “Il mio feeling è molto buono, lavoreremo duro per essere il più veloci possibili soprattutto ad inizio gara”. 

“Comportamento buono anche a serbatoio pieno”

Vinales sottolinea come la partenza sarà cruciale, come più volte ribadito lo scorso anno. “È un aspetto da migliorare così come altre cose sulla moto che richiedono tempo. Alla fine però abbiamo capito in che direzione andare. Il comportamento della M1 è buono, anche con il serbatoio pieno”. Serve continuare così, in attesa della prima gara: “Il livello che abbiamo raggiunto è buono, ma bisogna rimanere concentrati e vedere dove saremo dopo la prima gara”.

“Per competere con gli altri serve partire forte”

La ricetta per battagliare con i rivali è chiara: “Per competere con gli altri bisogna partire forte e stiamo lavorando su questo per essere ad un buon livello e fare la differenza”. Maverick non ha invece provato la nuova gomma posteriore: “Non avevamo abbastanza tempo per farlo con tutte le altre cose da testare. In questo momento mi sento bene con la moto e a mio agio, ma tutto può cambiare durante il weekend di gara. Certamente l’avere fatto un gran lavoro mi dà una motivazione extra per fare bene”.

“Grandi miglioramenti rispetto al 2020”

“La sensazione è di avere abbastanza velocità e passo per battagliare ed essere della partita”, continua. “Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo, ma bisognerà vedere il grip durante il weekend di gara che sarà sicuramente diverso. Complessivamente Yamaha ha fatto un grande lavoro”. Vinales evidenzia un altro aspetto: “Le gomme sono un po’ più dure del 2020 ma stiamo girando molto veloce. Significa che stiamo migliorando tanto, specie sul ritmo e per noi avere una gara veloce è positivo rispetto ad una gara lenta. Ci può aiutare nei sorpassi”.

“Morbidelli sta facendo un grande lavoro”

Lo spagnolo confronta poi la sua Yamaha con quella di Franco Morbidelli. “La vera differenza sta nel motore. Franco sta facendo un grande lavoro ed è positivo che tutte le Yamaha siano veloci. Dovremo continuare con questo trend anche in gara quando saranno assegnati i punti”. Testa alla prima gara dunque: “Yamaha sta lavorando tanto e cercando di portare una moto che possa vincere le gare. Ci manca top speed, ma non possiamo migliorarla quest’anno, quindi dobbiamo concentrarci sullo spingere forte fin da subito”.

“Cal Crutchlow? Fantastico averlo con noi”

A Losail ha girato anche Cal Crutchlow, all’esordio da test rider Yamaha. Non c’è stato ancora spazio tuttavia per un confronto: “Non ho avuto abbastanza tempo per parlare con Cal. Non abbiamo avuto un momento in cui siamo riusciti a fare una chiacchierata, ma sono convinto che il suo operato sarà importante e che abbia fatto un bel lavoro. Averlo nella squadra è grandioso in modo tale da poterci concentrare su più cose”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”

motogp suzuki

MotoGP: Suzuki-Dorna, c’è l’accordo fino alla stagione 2026