MotoGP Test Misano

MotoGP Test Misano, day-1: cosa succede nei box Aprilia e Ducati

Prima giornata di test MotoGP a Misano. Aprilia al lavoro sull'affidabilità del nuovo motore. Ducati non smentisce le voci su Jorge Lorenzo.

23 giugno 2020 - 18:18

La MotoGP ritorna finalmente in scena a Misano per il primo vero grande test post quarantena. Assenti solo Honda e Yamaha, in pista KTM al grande completo, Aprilia con Aleix Espargaró e Bradley Smith, oltre ai collaudatori Ducati e Suzuki. L’occasione è giusta per prendere confidenza anche con i protocolli Dorna e aziendali con cui bisognerà fare i conti nel corso dell’intera stagione. Distanziamento all’interno dei box, mascherine e schermi protettivi, sistemi di comunicazione innovativi.

DAL BOX APRILIA

Aprilia sfrutterà questo test soprattutto per confermare l’affidabilità del nuovo motore V4 a 90° inaugurato nel test in Malesia. Aleix Espargaró, fresco di rinnovo biennale, può finalmente tornare in sella alla nuova RS-GP che gli ha dato grandi sensazioni nelle prime uscite precampionato. “Non abbiamo fatto tanto sviluppo in questi mesi, è bello essere qua – spiega Massimo Rivola a Sky Sport -. Fa un po’ strano lavorare con la distanza e la mascherina. Il tema della radio l’avevamo già intrapreso, non è una novità, anche se i piloti non sono abituati. Il 29 giugno dobbiamo congelare i motori, per noi l’affidabilità è importante. A Jerez troveremo un asfalto abbastanza simile anche se qui l’asfalto è nuovo“.

Assente Andrea Iannone per la squalifica di 18 mesi che dovrà essere confermata, azzerata o, nella peggior ipotesi, allungata dal TAS. La decisione verrà presa non prima di agosto. “La nostra strategia è di aspettare Andrea convinti della sua innocenza. Faremo di tutto per abbreviare i tempi anche se non è in nostro potere. Per noi il mercato non è una priorità perché convinti che riavremo Andrea. Altrimenti proseguiremo con Bradley Smith. Entro fine agosto speriamo di conoscere la sentenza che non sarà troppo lontana dall’udienza. Spero che Iannone venga a trovarci per un abbraccio… virtuale“.

DAL BOX DUCATI

Ducati prosegue il lavoro di evoluzione della GP20 sull’asfalto di Misano nuovo di zecca. “Siamo muniti di occhiali e mascherina come da protocollo – afferma Paolo Ciabatti -, ci stiamo abituando per i weekend di gara. Per mantenere fede ai protocolli non rivedremo più il pilota attorniato dai tecnici. Questo sistema radio sembra funzioni, dovremo fare alcuni sacrifici, visto che ad agosto in Andalusia farà molto caldo“.

Paolo Ciabatti non smentisce le voci di un possibile approdo di Jorge Lorenzo nella stagione MotoGP 2021. Al momento la priorità è trovare un accordo con il Dovi. “Jorge Lorenzo in Ducati… Che lui voglia tornare a correre sembra assodato. Noi abbiamo Andrea Dovizioso con cui è in corso una trattativa, abbiamo provato a risolvere il problema del 2020, molte sponsorizzazioni sono state ridotte. La cosa più logica è attendere qualche gara per prendere poi la decisione migliore“.

Foto: Instagram @Ducaticorse

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Danilo Petrucci-Jack Miller e Andrea Dovizioso

MotoGP, Chicho Lorenzo: “In Ducati tutti stanno fallendo”

Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi-Marc Marquez: il paragone dell’ex campione

MotoGP, Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, Puig: “Marc Marquez recupera più lentamente del previsto”