bagnaia motogp test misano

MotoGP Test Misano: Bagnaia top nel day-1, novità Ducati, Honda ed altri

Completato il primo giorno di test ufficiali MotoGP a Misano. I tempi di giornata, con Pecco Bagnaia al comando, e le novità viste oggi.

21 settembre 2021 - 18:06

Dopo la mattinata bagnata con solo otto piloti in pista (qui i tempi), piloti e collaudatori MotoGP sono regolarmente in azione dalle 14:00 alle 18:00. Va così in archivio la prima giornata di test al Misano World Circuit, chiusa con Francesco Bagnaia in testa con caduta, seguono Pol Espargaró e Takaaki Nakagami. Domani si riprende sempre con due sessioni di giornata, 10:00-13:00 e 14:00-18:00, sperando in un inizio meno bagnato. Vediamo intanto alcune novità portate oggi in pista.

Come detto, pomeriggio soleggiato e superficie asciutta, almeno per mezza giornata si fa sul serio a Misano. Ricominciando dalla Honda e dal prototipo 2022 portato in pista dal collaudatore Bradl, che ha girato solamente al mattino. Il nuovo prototipo però non è certo rimasto fermo, ci ha pensato Marc Márquez nella seconda metà di giornata.

Prove di telaio ad esempio per l’alfiere LCR Honda Alex Márquez, volte a confermare il feedback fornito da Pol Espargaró nelle ultime gare. In basso anche l’immagine delle RCV del #44 per questa giornata di test.

Visibili novità anche in casa Ducati, a cominciare da una Desmosedici in parte nera portata in pista da Pecco Bagnaia. Un nuovo profilo aerodinamico per il fresco vincitore delle ultime due gare, che mette a referto anche una caduta al Tramonto. Non l’unica di giornata per la truppa in rosso, anche Enea Bastianini è protagonista di una scivolata.

Prove di telaio poi per Johann Zarco, attivissimo oggi al Misano World Circuit. Sarà il suo unico giorno di test prima di risolvere il problema di sindrome compartimentale al braccio destro. Da domani ci sarà Michele Pirro a supporto del resto dei piloti Ducati.

Si è intravista qualche novità anche in casa Yamaha, a partire da un nuovo telaio portato in pista dall’attuale leader MotoGP Fabio Quartararo. Qualche giro a referto sul bagnato stamattina per cercare di migliorare il feeling in quelle condizioni. “Se piovesse sarei da zero punti” aveva scherzato dopo le qualifiche del GP di San Marino, ricordando il 18° posto nelle FP2 bagnate. Per Franco Morbidelli lavoro di affinamento del feeling con la Yamaha 2021, ma anche un primo breve contatto con la M1 2022.

Truppa KTM alla ricerca della quadra in una stagione di nuovo complicata dopo una breve “svolta”. In azione anche il tester Dani Pedrosa, che avrebbe dovuto disputare una seconda wild card lo scorso weekend, poi cancellata. Ma la casa di Mattinghofen lascia uno spiraglio per il GP dell’Emilia Romagna ad ottobre… A referto una caduta per Iker Lecuona a metà pomeriggio.

Alette anteriori differenti sulla Aprilia di Lorenzo Savadori, tornato in azione nelle vesti di tester. Stessa forma, ma più piccole, alla ricerca di agilità e stabilità nei cambi di direzione, un difetto evidenziato sia da Espargaró che da Viñales (oggi caduto). In Suzuki il programma prevede lavori su set up ed elettronica, oltre a riprovare il motore 2022.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

La classifica alle 18:00 

La classifica combinata

Foto: motogp.com/Dorna Sport

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dennis Foggia e Jorge Lorenzo

Valentino Rossi apre le porte del Ranch: sabato pomeriggio all’Americana

Andrea Iannone

Andrea Iannone sul filo della vita: futuro in TV o ritorno in pista

MotoGP, Shinichi Sahara

MotoGP, Suzuki cerca il team manager. Sahara: “Problema risolto”