MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez record di cadute: 6 incidenti in 2 gare

Marc Marquez è caduto 4 volte nel week-end MotoGP di Le Mans. Due le cadute nella gara domenicale: "Devo essere autocritico con me stesso".

17 maggio 2021 - 13:33

Problema cadute in casa Honda in questo primo quarto di stagione MotoGP 2021. Ben 25 le cadute rimediate dai quattro piloti HRC, un terzo del totale della classe regina. 7 cadute per Pol Espargarò e Alex Marquez, 6 per Marc Marquez che ha saltato la doppietta del Qatar. Il Cabroncito ha collezionato due incidenti a Jerez, uno ad alta velocità contro le barriere d’aria in curva 7. Ben 4 le cadute a Le Mans, due nella gara domenicale. Fortunatamente ne è uscito illeso, ma ha perso una grande occasione per fare bottino di punti preziosi. “Purtroppo non abbiamo approfittato della possibilità che il tempo ci ha presentato e ovviamente ne sono deluso“.

Prima caduta causata dalla mancanza di temperature alle gomme della sua RC213V, la seconda “non ci voleva“. Ha guidato in testa per tre giri, sembrava dovesse essere la giornata del grande ritorno. Poi Marc Marquez è finito rovinosamente sull’asfalto francese, stavolta senza possibilità di ripartenza al 17° giro. “Avevo altro per la testa e non mi sono concentrato sulle condizioni della pista. Pensavo di passare alle slick. Ecco perché sono arrivato alla curva 6 troppo velocemente e sono caduto. Questo è molto deludente, avrei dovuto prevenire questa caduta e non esagerare“.

Marc fa autocritica

L’aspetto positivo è che Marc è tornato ad essere il campione alla continua ricerca del limite, senza paura. Resta il grande stratega della MotoGP, impeccabile nel flag to flag, sempre reattivo come pochi grazie anche all’ottimo lavoro di squadra. Stavolta le condizioni del braccio non sono un alibi, anzi. La pista bagnata richiedeva uno stile di guida meno fisico e più fluido. Il GP di Le Mans è una grande occasione mancata… “Devo essere autocritico con me stesso, in questa gara avrei potuto ottenere un ottimo risultato“.

La fonte delle molteplici problematiche non sta tanto nella sua attuale condizione fisica. Quanto nella lunga assenza dalle classe MotoGP. Questo gli ha fatto perdere un po’ di smalto e il controllo dell’evoluzione della moto. “Non è per la situazione che sto vivendo, ma è per la situazione da cui provengo. È una lunga inattività, quasi un anno. Avverto questa assenza di gare“. Difficile pensare di poter correre per il Mondiale, ma nulla è impossibile a Marc Marquez. “Quest’anno non abbiamo pensato al titolo. Anche se avessi vinto questa gara o fossi salito sul podio, penso che non avrebbe influenzato di molto le mie possibilità per il titolo“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
14:37, 17 maggio 2021

Marquez è alla ricerca del limite che ha sempre cercato anche quando stava bene fisicamente. Un dato?
Le 27 cadute nel 2017;oppure le 23 dell’anno dopo.
Non ha ancora il feeling con la moto necessario per
avere tutto sotto controllo, ma andava il doppio di Pol
e suo fratello. Questo vuol dire che sta ritrovando
velocità, ma gli manca ancora costanza sull’asciutto.
Mugello e Barcellona saranno due banchi di prova
impegnativi e una grande prova fisica per migliorare
in ogni condizione d’asfalto.
.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

500cc hedemora circuit - motogp

MotoGP, la storia: 1958, il primo GP di Svezia si corre a Hedemora

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, conferenza stampa saudita: Valentino Rossi continua?

taiga hada moto2

Moto2: nuova occasione per Taiga Hada, una wild card in Austria