MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez ecco quante flessioni ha fatto! (VIDEO)

E' proprio vero: sia in ospedale a Barcellona, subito dopo l'intervento, che a Jerez nel centro medico Marc Marquez ha fatto flessioni. Con l'omero sinistro operato...

26 luglio 2020 - 15:13

Marc Marquez può ancora vincere il Mondiale MotoGP 2020? Fabio Quartararo ha capitalizzato l’assenza del campione in carica e guida la classifica a punteggio pieno: 50 punti, il massimo possibile. Salvo aggiunte in corso d’opera, restano 11 GP alla fine. Il fuoriclasse Honda non è nuovo a strisce di successi clamorose, nel 2014 ne mise in fila dieci consecutive. L’anno scorso, per non tornare tanto indietro nel tempo, il peggior risultato è stato secondo, al netto dell’unico ritiro per caduta, ad Austin. La differenza fra primo e secondo posto è cinque punti. Quindi: teoricamente è fattibile. Bisognerà vedere se due settimane che mancano da qui al prossimo GP a Brno saranno sufficienti per permettergli di presentarsi in pista in condizioni fisiche tali da renderlo competitivo al primo colpo.  Se Marc Marquez torna lui in fretta, la rimonta è possibile…

Le flessioni con il braccio operato

Intanto Dorna, promoter della MotoGP, ha diffuso poco prima della partenza del GP d’Andalusia le immagini esclusive dell’odissea a cui Marc Marquez si è sottoposto per tornare in pista a Jerez a soli  quattro giorni di distanza dall’operazione all’omero sinistro. Le voce delle decine di flessioni che avrebbe fatto prima di uscire dall’ospedale di Barcellona sembravano fantasia, invece è tutto vero. Guadate per credere. Una volta tornato a casa, a Cervera, Marc Marquez ha indossato una vecchia tuta provando la posizione di guida su una MotoGP della sua collezione privata. Poi, una volta arrivato in circuito, i medici di gara lo hanno “costretto” a mettere di nuovo sotto sforzo il braccio sinistro. E giù un’altra serie di flessioni…

1 commento

fabu
19:29, 26 luglio 2020

Ma non era il destro? Ma molto più di lui, marziano il Dott. Mir e la sua equipe, che se uno riesce a fare quelle flessioni dopo essere stato operato tre giorni prima ad un osso del braccio spezzato a metá vuol dire che chi ti ha operato fa capolavori di chirurgia e ortopedia. Poi, come era prevedibile, controllare una moto da 270 cavalli al limite è un’altra cosa.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joan Mir campione del mondo 2020

MotoGP, Joan Mir: “Suzuki deve migliorare due settori”

miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “Non potrò mai ringraziare abbastanza Ducati Pramac”

marini moto2

Moto2, Luca Marini vice-campione 2020: “Gardner gara mostruosa”