MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Graziano Rossi: “Valentino in Petronas farà un passo avanti”

Valentino Rossi domani festeggerà il 42° compleanno, poi sarà l'inizio di una nuova avventura MotoGP con Petronas. Papà Graziano: "Sono molto ottimista".

15 febbraio 2021 - 8:22

Valentino Rossi domani compie 42 anni, due giorni dopo sarà alla presentazione del team Petronas SRT. Sarà la squadra malese ad accompagnare la nuova e forse ultima avventura in MotoGP del Dottore. Alla sua età papà Graziano aveva smesso di correre da oltre un decennio, ma continuava a divertirsi con i traversi in auto. “Non ho avuto una carriera lunga come la sua, né così significativa. Purtroppo per me e per fortuna per lui“.

Quando Graziano Rossi aveva 42 anni il figlio era già un astro nascente. “Ho sempre cercato con tutte le forze di non montarmi la testa e di non pensare di avere un figlio così veloce da diventare un bravo pilota. Non l’ho pensato finché è stato impossibile – racconta a ‘La Gazzetta dello Sport’ -, e parlo di Donington 2000. Quando ha vinto con la 500 non ho più potuto nascondermi“. Quando Valentino Rossi era più piccolo come regalo di compleanno aveva sempre una moto “per ragazzi di 3-4 anni più grandi“. Si allenava alla Cava e non mancava qualche piccola follia. “Legavo la sua macchinina con una fune alla mia auto e gli facevo fare i traversi…“.

La nuova avventura Petronas SRT

A marzo prenderà il via la sua 26esima annata nel Motomondiale. In base ai risultati raccolti nella prima parte di campionato deciderà se proseguire anche nella stagione MotoGP 2022. “Può sembrare che Valentino corra ancora per battere qualche record, per fare il fenomeno, quello che non si arrende all’età – sottolinea Graziano Rossi -. E non è mica vero. Lui ha voglia e gusto come in quei primi anni. È per questo che lo fa“. Il passaggio al team satellite della Yamaha non sarà demotivante, anzi. “Dal punto di vista emotivo-sportivo può essere un passo avanti. Perché lì avrà materiale di primissimo ordine, senza la responsabilità dei piloti ufficiali. E questo può contare molto. Non vorrei dirlo, ma quest’anno sono molto ottimista“.

La priorità è il 200° podio, magari ritornare alla vittoria, la vicinanza di Franco Morbidelli nel box sarà un’ulteriore spinta. “Se mi vuole chiedere se ha intatta la capacità di vincere, stia sicuro che la risposta è sì“. Graziano spera anche di diventare nonno quanto prima, ma sull’argomento vige silenzio stampa-familiare. “Ormai non dico più niente, mi dà occhiate molto chiare quando il discorso si avvicina a quell’argomento. Ma ci spero sempre“. Domani non mancherà il suo regalo per il compleanno di Valentino Rossi, ma non sarà lui a scegliere. “Non so dove mettere le mani. Così faccio scegliere alla Stefania e poi gli dico che sono stato io. E lo frego così“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

makitari_15179021
12:07, 15 febbraio 2021

Graziano … hai creato un mito … gòditelo !
Lui è il più grande, questo cambio di ambiente lo dimostrerà …
Non essere geloso della carriera che ha dietro … lui … VR “Il Magnifico” … continuerà fino a 50 anni (spero) …
Ora è già un Mito, domani … chissà … come diceva … LUI …
NON AVRAI ALTRO DIO ALL’ INFUORI DI ME … !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aprilia: obiettivo podio e convincere Andrea Dovizioso

miguel oliveira motogp

MotoGP, attenti ad Oliveira: “Credo di avere un ritmo interessante”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi punta Michelin: “Fino al 2018 ero competitivo”