petrucci motogp

MotoGP, Danilo Petrucci: “Miguel Oliveira qui è un passo avanti”

Danilo Petrucci 18° in griglia per il GP del Portogallo. "Veloci in alcuni punti, in difficoltà in altri." E sui giri tolti: "Per me Viñales era in pista."

18 aprile 2021 - 11:59

Diciottesima casella in griglia per Danilo Petrucci in vista del Gran Premio del Portogallo. L’alfiere KTM Tech3 certo non è soddisfatto del giro messo a referto in qualifica, frutto anche di alcuni piccoli errori, ma qualcosa è migliorato a livello di feeling con la RC16. Il ternano si esprime poi anche sulla polemica del sabato, ovvero i giri tolti a Francesco Bagnaia e Maverick Viñales per uscite di pista o bandiere gialle. Oltre ad aver osservato da vicino il compagno di marca Oliveira, miglior KTM in griglia di partenza (ma 10° a causa di una caduta sul finale).

Riguardo al feeling in sella, ‘Petrux’ ha sottolineato che “Già alla fine dell’anno scorso abbiamo preso le mie misure, ad inizio anno infatti era al 90% OK. Ma ora mi sento molto meglio: è una questione di bilanciamento e set up.” Ammette anche un piccolo ‘problema’ alla fine dei turni del sabato. “La moto ad un certo punto si è spenta. Credo di aver toccato inavvertitamente il bottone sbagliato…” Ma in generale non è proprio soddisfatto del suo tempo. “Non posso dire di aver fatto la qualifica perfetta, ho commesso qualche piccolo errore nel corso del giro. Da dire anche che non riusciamo ad usare la soft per migliorarci, come invece hanno fatto tutti gli altri.”

Si toccano poi gli argomenti bandiere gialle e limiti della pista. “È una questione di sicurezza, tanti giri sono stati cancellati. Stavolta non sembrava una situazione di pericolo. Ma se ci fosse stata un’altra caduta nello stesso punto, allora la moto avrebbe potuto colpire i marshals o il pilota già a terra. È una situazione di cui s’è discusso spesso.” Ammette anche che “Pecco dev’essersi arrabbiato molto, così come Maverick. Ho visto le immagini e non era così fuori dalla pista come hanno detto, anzi per me Maverick era in pista, non sembrava proprio avesse toccato il verde. Non so se ci sarà un appello, ma serve parlarne e credo serva cambiare un po’ la regola.”

Come detto, ha avuto anche modo di osservare il pilota KTM Factory Miguel Oliveira. “Di sicuro qui è un passo avanti” ha sottolineato Petrucci. “L’ho seguito per un giro in FP4 e ho visto che realizza linee diverse, conosce bene la pista ed è molto veloce.” Infine, un commento sui passi avanti compiuti e su cosa ancora manca. “Abbiamo trovato qualcosa in frenata, ma è andata un po’ peggio in entrata di curva. Per quanto riguarda il ritmo visto in FP4 devo dire che non è male, anche se manca ancora qualcosa. Siamo veloci in alcune parti ed in difficoltà in altre, a volte mi sento lento ed al limite. Devo capire di più la moto.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Tech3 Racing

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Francesca Novello a Misano

Francesca Novello e il primo incontro con Valentino Rossi: “Che figo!”

MotoGP, Pecco Bagnaia a Misano

MotoGP, Ducati KO a Misano: la maledizione della curva 15

casadei torres motoe

MotoE 2022: Mattia Casadei in Pons Racing col campione Torres