Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone contro tutti: “Cosa si aspettava la gente?”

Andrea Iannone respinge le critiche insensate di giornalisti e tifosi: "Cosa si aspettavano? Tutti sanno che serve una Aprilia migliore".

3 maggio 2019 - 14:39

L’esordio di Andrea Iannone con Aprilia non è esaltante, ma del resto con una moto ancora così giovane e in piena fase di sviluppo non potevamo attenderci di più. L’obiettivo resta la top-10, al pari di Aleix Espargarò, ma con la consapevolezza che in alcuni week-end le RS-GP dovranno fare i conti con il notevole gap dagli avversari, con piste poco congeniali ai piloti e, perché no, anche con la sfortuna che fa parte della vita come del motorsport.

L’ultimo posto del pilota di Vasto in Argentina ha suscitato qualche mugugno in più, dimenticando che nelle ultime tre edizioni The Maniac non è andato molto d’accordo con la pista argentina. Non si può (non si deve) parlare di un pessimo inizio di stagione dopo il 14°, 17° e 12° posto nelle prime tre gare. Il vero obiettivo è portare avanti lo sviluppo della moto di Noale che, dal canto suo, sta concentrando tutte le forze sul progetto MotoGP. “Tutti sanno che abbiamo bisogno di una moto migliore, ma abbiamo anche bisogno di tempo per migliorare“, ha detto Andrea Iannone a Crash.net. “È normale che al momento non siamo nei posti che vogliamo, ma penso anche che l’anno scorso Aprilia abbia fatto un buon passo avanti“.

Il pilota abruzzese non comprende certe critiche mediatiche, soprattutto se arrivano da giornali o siti di motorsport. “Forse la gente si aspettava che con il mio arrivo Aprilia sarebbe salita sul podio, ma non è così… A volte leggo sul giornale, ‘davvero un brutto inizio di stagione per Iannone’. Cosa si aspettavano? Soprattutto le persone nel motorsport che scrivono questo, cosa si aspettavano?“. Serve pazienza, lavoro e saper resistere alle critiche esterne, ricordando che i 6 punti finora conquistati sono stati strappati con il sudore. “Mi aspetto una progressione durante la stagione, ma non è facile. Ad ogni modo Aprilia ha preso più punti in queste prime tre gare rispetto al passato“.

1 commento

marcogurrier_911
23:05, 3 maggio 2019

Si aspettava un pilota professionale che scegliesse Aprilia non come un ripiego ma cercando di tirare fuori il meglio per una Casa gloriosa come pochissime altre nel Mondo.
Le foto con gli occhiali da sole anche negli interni e L atteggiamento vanno da tutt altra parte, invece.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”