MotoGP, Alex Rins

MotoGP, Alex Rins: “Nessuno sa la verità su Marc Marquez”

Prima conferenza 2021 per Alex Rins da Portimao. In attesa del test MotoGP a Losail il pilota Suzuki parla di obiettivi, della sua spalla e di Marc Marquez.

1 febbraio 2021 - 23:29

Alex Rins prepara la prossima stagione MotoGP sul circuito di Portimao, dove si sta allenando al fianco di Albert Arenas. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare anche altri piloti, nonostante le restrizioni sanitarie vigenti in Portogallo. Lo spagnolo della Suzuki parla per la prima volta in una conferenza stampa tenutasi su Zoom, dopo una sessione di allenamento in sella ad una GSX-R 1000 “griffata” con un look sportivo. Reduce dal terzo posto finale nel 2020, l’obiettivo non può che essere quello di puntare al Mondiale. Ci è riuscito Joan Mir l’anno scorso, provarci è un obbligo.

Sfida a Mir… in attesa di Marquez

Smaltito l’infortunio alla spalla, rimediato nella gara d’esordio a Jerez, Alex Rins si sente in ottima forma. “Ora sono al sicuro in una posizione migliore con la spalla, è più stabile. Sono pronto. Il nostro obiettivo deve essere quello di essere al top e cercare di lottare per il titolo MotoGP. Perché l’anno scorso eravamo vicini e la nostra moto e il team hanno vinto il titolo“. Condividere il box con il neo campione del mondo è uno stimolo ulteriore. “Ha fatto un ottimo lavoro lo scorso anno. Il tuo primo avversario è sempre il tuo compagno di squadra, darò il 100 percento per provare a batterlo“.

Il rischio è che sia un’altra stagione MotoGP monca del suo fuoriclasse, Marc Marquez. Il pilota della Repsol Honda salterà quasi sicuramente la prima parte del campionato. “Marc Marquez ha sempre mantenuto un profilo basso in passato“, commenta l’alfiere della Suzuki. “La situazione è molto difficile da valutare. Perché non conosciamo le sue condizioni. Tutti parlano molto, ma credo che nessuno saprà la verità fino all’ultimo momento“. Gli avversari avranno il coltello tra i denti, difficile fare previsioni a poco più di un mese dal primo test ufficiale. “È presto per parlare di un rivale ora. Ma penso che il primo avversario sarà il mio compagno di squadra, Joan Mir. Ha vinto il titolo lo scorso anno e proverà sicuramente a difenderlo nel 2021“.

1 commento

makitari_15179021
18:00, 4 febbraio 2021

Prima o poi sapremo quel che vogliono far sapere … ovvio.
Resta il dispiacere che per presunzione o per orgoglio o per scelte sbagliate si sia arrivati a temere per la carriera di un indiscusso fuoriclasse …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022