MotoGP Rins

MotoGP, Alex Rins: “Le condizioni peggiori di sempre”

8° posizione in griglia per il pilota Suzuki, che commenta le condizioni del tracciato: "Alla fine delle FP4 avevo gli occhi pieni di polvere".

4 aprile 2021 - 8:45

Alex Rins guadagna una posizione sullo schieramento MotoGP rispetto alla scorsa settimana, ma in gara potrebbe essere un’altra storia. L’alfiere della Suzuki spera di emulare quanto accaduto sette giorni fa, cambiando il finale. Lo spagnolo è stato infatti per buona parte della gara nel gruppo di testa, salvo poi cedere nel finale e vedere svanire le sue possibilità di salire su uno dei tre gradini del podio.

“Vinales può scappare”

“Una buona giornata, ma è stato difficile trovare il tempo”, esordisce. “Le condizioni non sono quelle dello scorso weekend, ma P8 è meglio della P9 di un sabato fa. Sono pronto a dare il 100% e spero che saremo tutti vicini in gara”. Secondo Rins solo uno potrà scappare: “Vinales potrebbe cercare di fuggire nei primi giri, noi proveremo a recuperare più posizioni possibili in partenza”.

“Avevo gli occhi pieni di polvere”

Alex sottolinea poi le condizioni complicate del tracciato. “Le peggiori da quando corro in MotoGP, in curva riuscivo a vedere la sabbia. Ho fatto molti giri perché dovevo provare delle soluzioni al fine di girare meglio con il vento. Non sono andate male, ma alla fine delle FP4 avevo gli occhi pieni di polvere ed era difficile vedere chiaramente”. No comment però sulle specifiche testate: “Non posso dirvi di cosa si tratta (sorride, ndr), però sembrano buone”.

“La partenza sarà cruciale”

“Per domani sarà difficile fare strategia, dipende tutto dalla partenza”, continua. “Dobbiamo ricordarci di mettere il launch control (ride, ndr) e poi capiremo cosa fare. Speriamo di arrivare alla fine della gara con più feeling sulle gomme”. Oltre a Vinales saranno da tenere chiaramente d’occhio le Ducati: “Sono davanti e insieme a Maverick potrebbero scappare. Il nostro ritmo è simile a quello di Vinales, ma bisognerà capire se in gara dovremo gestire o tirare la gomma”.

“Jorge Martin può irritare”

Il pilota della Suzuki commenta poi la pole di Jorge Martin. “Sta facendo molto bene, ha merito e sta imparando. La scorsa settimana ha fatto una grande partenza e ha imparato tante cose, vedremo cosa farà questa volte. Ovviamente essendo rookie è spettacolare la sua pole, agli altri può dare fastidio”. Rins non pensa però che possa essere una minaccia: “Vista la gara scorsa non so se riuscirà a stare davanti, gli manca esperienza sulla gestione della corsa”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargarò

MotoGP, Aleix Espargarò su Pecco Bagnaia: “Le regole sono regole”

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Brutti tempi per Valentino Rossi”

motogp suzuki

MotoGP: Suzuki-Dorna, c’è l’accordo fino alla stagione 2026