jordi torres

MotoE: Il team Pons schiera Jordi Torres nel 2020

Sito Pons punta su Jordi Torres in MotoE 2020. Il pilota spagnolo, attivo in SBK, affronterà anche una nuova sfida nel campionato elettrico.

12 dicembre 2019 - 13:27

Si aggiunge un altro volto nuovo alla griglia di partenza MotoE 2020. Un rookie per questa categoria, ma non è uno sconosciuto nel Motomondiale. Parliamo di Jordi Torres, che accetta la sfida elettrica come unico alfiere del team di Sito Pons. Eredita la Energica Ego Corsa guidata quest’anno da Sete Gibernau, che ha annunciato il ritiro definitivo a fine stagione. Il pilota spagnolo alternerà l’impegno con Join Contract Pons 40 in MotoE con quello nel Mondiale Superbike insieme a Pedercini Kawasaki.

Come detto, non è un volto nuovo nel paddock del Campionato del Mondo. In precedenza l’abbiamo visto infatti in azione in Moto2, categoria nella quale ha conquistato quattro podi. Lo troviamo più o meno continuativamente dal 2011 al 2014: il 2013 è il suo anno migliore con una vittoria, altri due podi ed il 10° posto in classifica iridata. Dal 2015 passa al Mondiale Superbike, in cui correrà anche l’anno prossimo. La sua stagione migliore è stata quella d’esordio, con un successo, due podi ed il 5° posto finale. Da ricordare anche i 5 GP disputati con Avintia Racing in MotoGP, in sostituzione dell’infortunato Tito Rabat: miglior risultato un 15° posto a Valencia.

Nelle sue parole c’è grande soddisfazione per questa nuova sfida. “Arriva in un momento in cui mi sento maturo e preparato” ha dichiarato Jordi Torres. “Non vedo l’ora di cominciare. Essere parte del team di Sito Pons, uno dei migliori in campionato, è quasi un sogno. Ringrazio per questa occasione, darò il massimo per offrire un grande spettacolo. Sarà tutto nuovo, dovrò cercare di adattarmi velocemente, ma è un onore fare parte di questo processo di evoluzione delle due ruote.”

Non è meno soddisfatto Sito Pons, nuovamente al via in MotoE con un pilota iberico. “Il primo anno ci è servito per capire come funzionano moto e campionato. Con Jordi apriamo un nuovo capitolo, dando il via alla sfida per il titolo MotoE. Come pilota ha trascorsi di successo in Moto2 e WSBK, vincendo in entrambe le categorie: è maturo, ha grande esperienza e la giusta velocità. Da parte nostra, gli forniremo tutto il supporto necessario per raggiungere il massimo obiettivo. Ci aspettiamo una stagione di successo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

jorge martin

MotoGP: Jorge Martín-Pramac Racing, è fatta per il 2021?

marc marquez motogp

Marc Márquez: “Il 2013 l’anno più divertente, non avevo pressione”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “In Honda pensavano che fossi pazzo”