casadei torres motoe

MotoE 2022: Mattia Casadei in Pons Racing col campione Torres

Mattia Casadei vestirà i colori di Pons Racing nel 2022, confermato il campione in carica Jordi Torres. Ufficializzata la line-up del team di Sito Pons.

25 ottobre 2021 - 19:50

La terza stagione MotoE si è conclusa nel primo round del Motomondiale a Misano. Ora si pensa al 2022 ed arriva un primo annuncio: Mattia Casadei, da tre anni alfiere SIC58 Squadra Corse, passerà nelle file del team Pons Racing per il prossimo campionato. Il pilota italiano erediterà la sella di Jasper Iwema ed affiancherà Jordi Torres, campione 2020-2021 e nuovamente confermatissimo coi colori della struttura di Sito Pons. Una squadra rinnovata a metà, con obiettivi sempre molto ambiziosi.

“Siamo forti, possiamo lottare per un altro titolo in questo campionato” ha infatti sottolineato Torres. “Stiamo crescendo anno dopo anno, mi piacerebbe rimanerci ancora a lungo.” Casadei, lo ricordiamo, ha alle spalle 6 podi in MotoE e l’esordio Moto2 domenica. Quest’anno ha chiuso una stagione complicata tra infortuni e Covid, saltando alcuni test e più gare. Ma è più che determinato a riscattarsi, stavolta con un team diverso. “È una squadra forte, ricca di storia, che mi permetterà di crescere e migliorare molto. Ringrazio Sito per questa occasione, darò il massimo per ottenere i migliori risultati possibili.”

“Puntiamo sempre a vincere” ha aggiunto il team principal Sito Pons. “Abbiamo ottenuto due titoli consecutivi con Jordi Torres, continuare con lui ci rende contenti e determinati a raggiungere nuovi successi insieme. È importante poi che abbia un compagno di box come Mattia Casadei, un pilota giovane, veloce e tra i migliori della categoria. Sicuramente ci sarà molte soddisfazioni da subito. Con questi due piloti abbiamo un progetto molto competitiv, vogliamo continuare ad essere il riferimento della MotoE.”

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022