marcos ramirez moto3

Moto3, Valencia: Ramírez-Dalla Porta, i Leopard al top nelle FP3

Marcos Ramírez e Lorenzo Dalla Porta svettano nelle fredde FP3, seguiti da un quartetto spagnolo. Masiá rimane il più rapido.

16 novembre 2019 - 9:52

Il team Leopard continua a dimostrare di avere tutte le intenzioni di chiudere al meglio un 2019 trionfale (con il titolo piloti e quello a squadre). Il terzo turno di prove libere si chiude con i due piloti al comando, con Marcos Ramírez a precedere l’iridato Lorenzo Dalla Porta, grazie al lavoro di squadra dei due. Jaume Masiá rimane comunque il più rapido del fine settimana, ma c’è qualche cambiamento per quanto riguarda i piloti in Q1 e Q2. Le qualifiche prenderanno il via alle 12:35.

Splende il sole a Cheste, ma le temperature anche oggi sono piuttosto basse (attorno ai 6/7° C). Questo però non rallenta l’attività dei piloti, in particolare quelli determinati a migliorare per assicurarsi un posto in Q2. Chi invece rimane a lungo al box, disputando solo la seconda parte del turno, è Antonelli: viste le condizioni fisiche non ancora ottimali, l’italiano non vuole rischiare troppo. In classifica inizialmente troviamo due nostri portacolori, Migno e Arbolino, con tempi però più alti rispetto a quanto visto venerdì.

A lungo la classifica combinata rimane invariata, fino agli ultimi minuti. Abbiamo l’assalto finale ai piazzamenti in Q2. Non si conferma Can Öncü, risalito tra i primi 14 prima di perdere il posteriore alla seconda curva. Continuano le difficoltà per Vietti, protagonista del terzo incidente del fine settimana (highside alla curva 11). Entrambi saranno nel gruppo che disputerà la Q1, mentre in testa alla classifica delle FP3 troviamo Marcos Ramírez e Lorenzo Dalla Porta, a precedere un quartetto spagnolo.

La classifica delle FP3

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo a Motegi per il ringraziamento Honda

johann zarco

Johann Zarco: “Ho davanti 3-4 stagioni da vivere al massimo”

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Viñales: “L’interesse Ducati mi lusinga”