ogura moto3 test jerez

Moto3: Ogura, McPhee, García sugli scudi nei test a Jerez

Ai Ogura, John McPhee e Sergio García in evidenza nei test ufficiali Moto3 a Jerez. I commenti dei protagonisti dei tre giorni.

22 febbraio 2020 - 15:56

Stiamo parlando di test se vogliamo, ma i tempi visti dai primi tre piloti Moto3 a Jerez sono stati davvero interessanti. Ai Ogura, John McPhee e Sergio García sono stati gli unici ad abbattere il muro di 1:45, superando quindi ampiamente i record della pista andalusa. Certo è che la categoria minore del Motomondiale è sempre particolarmente combattuta ed imprevedibile, ma sicuramente il trio di testa vuole dare un forte segnale in vista della nuova stagione.

Ai Ogura riparte da una prima annata mondiale vissuta con Honda Team Asia, con cui disputerà anche il 2020. La scorsa stagione ha chiuso 10° iridato, un risultato impreziosito anche dal 2° posto conquistato ad Aragón. “Sono davvero contento del mio tempo e del mio ritmo” ha dichiarato il giovane giapponese. “Un 1:44 è totalmente inaspettato. La scorsa settimana abbiamo svolto altri due giorni di test privati ed eravamo già abbastanza soddisfatti. Siamo migliorati ancora in queste prove ufficiali: finire con il miglior tempo è sicuramente un’iniezione di fiducia.”

Anche per John McPhee due giorni di test privati che hanno preceduto i tre di prove ufficiali svolti assieme a tutta la griglia di partenza Moto3. Il pilota scozzese si lascia alle spalle la stagione migliore da quando è nel Mondiale, chiusa con il 5° posto iridato. “Siamo riusciti a compiere costanti passi avanti” ha sottolineato l’alfiere Petronas Sprinta Racing. “Sono riuscito a mantenere sempre un buon ritmo ed a realizzare tempi competitivi, anche con gomme usate. Puntiamo a fare ancora meglio nei prossimi test in Qatar.”

Il 2020 sarà il secondo anno mondiale per Sergio García, nuovamente al via con Estrella Galicia 0,0. Un 2019 per lui difficile, chiuso però in crescendo con il primo podio ed in seguito la prima vittoria. Fin da subito si è messo in evidenza in questi test, evidente l’intenzione di iniziare la stagione come ha chiuso quella precedente. Nel frattempo c’è qualcosa da sistemare. “Stiamo lavorando principalmente sul ritmo e riteniamo di essere sulla strada giusta” ha detto il giovane spagnolo. “La moto è ottima, l’unica pecca al momento è il mio stile di guida, che devo cercare di migliorare.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi e Maverick Vinales

Maverick Vinales: “Valentino Rossi sorrideva sempre e non capivo perché”

di giannantonio moto2 box18

Fabio Di Giannantonio a Box 18: “Speciale la prima pole a Misano”

MotoGP piloti

MotoGP, il mercato piloti prepara altri colpi di scena