filip salac moto3

Moto3: Filip Salac, finalmente il podio! “Momento atteso per anni”

Filip Salac per la prima volta sul podio Moto3. Grande soddisfazione per il pilota ceco, secondo proprio sulla pista del suo primo punto mondiale nel 2019.

17 maggio 2021 - 19:40

Ci sono volute due stagioni Moto3 complete e cinque gare della terza, ma ecco il suo magico momento. Filip Salac centra il suo primo podio mondiale a conclusione dell’evento a Le Mans, sulla stessa pista sulla quale nel 2019 aveva ottenuto il suo primo punto nel Campionato del Mondo. Il 19enne pilota ceco di Snipers Team riesce ad essere protagonista in un fine settimana tutt’altro che semplice a causa del meteo, realizzando una gran partenza dalla 7^ casella e monopolizzando la gara assieme al poi vincitore García. Insidiando anche più volte la vittoria al rivale… Un risultato a lungo cercato, certo un punto di partenza per le prossime gare.

“È il momento che ho atteso per anni, un sogno salire sul podio mondiale. Ora ce l’ho fatta.” Così Filip Salac commenta il gran risultato ottenuto in Francia. Aggiungendo che “È stata una gara complessa: da tanto tempo non mi trovavo così avanti e c’erano 22 giri da percorrere. Il momento chiave però è stato nei primi due giri: sono riuscito a realizzare un’ottima partenza, superando gli altri piloti ed impostando da subito un buon ritmo.” In breve tempo sono stati infatti in due a fare la differenza, guadagnando sempre più decimi e riuscendo a darsi alla fuga. Un fatto insolito se vogliamo per la Moto3, ma lo è stato tutto il fine settimana in Francia.

“Sono stato anche fortunato, ero nel posto giusto al momento giusto.” Lui e Sergio García sono stati in grado così di scappare da subito, riservandosi la lotta per la vittoria. Il pilota ceco infatti non è certo rimasto tranquillo in seconda posizione fino alla fine della corsa. “Ho cercato per due volte di superare Sergio” ha raccontato infatti l’alfiere Snipers. “Ma era più rapido ed in più occasioni ho rischiato di perdere l’anteriore.” Da qui la decisione di non rischiare di buttare il primo risultato di peso in carriera. “Mi sono detto così di calmarmi, che il secondo posto era sufficiente. Ed eccomi sul podio!”

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso con la Yamaha M1

MotoGP, Dovizioso: Quartararo maestro di stile, ma lo stop pesa tanto

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco

voight agius cev moto3

Moto3, Paolo Simoncelli conferma Voight e Agius per il CEV 2022