elia bartolini

Moto3, Elia Bartolini all’esordio mondiale: “Opportunità per migliorarmi”

Elia Bartolini disputerà a Misano la prima wild card nel Mondiale Moto3. L'obiettivo è imparare dai migliori, senza esagerare.

9 settembre 2019 - 18:28

Siamo entrati nella settimana del GP di San Marino e della Riviera di Rimini, in programma questo weekend al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Nella categoria Moto3 ci sarà un nuovo italiano pronto a schierarsi in griglia di partenza. Si tratta di Elia Bartolini, protagonista del CIV (Campionato Italiano Velocità) con la KTM di SKY Junior Team VR46, gestito da RMU, che prenderà parte alla tappa mondiale come wild card (ne avevamo parlato qui).

Dorna ha accettato la richiesta per partecipare come wild card al Motomondiale Moto3. Da romagnolo deve essere molto bello fare il debutto mondiale proprio nella pista di casa. Quali sono le sensazioni?
“È un’opportunità molto ‘ganza’. Sono contento, è una cosa molto bella per la quale io ed il team ci siamo impegnati tanto fino ad oggi. Noi non ci aspettiamo niente, cercheremo di fare del nostro meglio e quello che riusciremo a portare a casa sarà comunque positivo.”

Da questa tua prima esperienza mondiale, cosa ti aspetti come pilota?
“Io cercherò sicuramente di andare più forte possibile, di rimanere concentrato. Soprattutto non devo strafare, cosa che mi riesce difficile [risata], e portare a casa il miglior risultato possibile.”

Nel weekend di Misano ci saranno piloti che sono stati “colleghi” nel CIV. Sarà importante per capire a che livello si può arrivare?
“Certo, per me è un’ottima opportunità per capire il livello di un Campionato del mondo, per apprendere piccoli segreti e migliorarmi. L’ho fatto anche l’anno scorso durante la wild card nel CEV: il ritmo rispetto al CIV, come diciamo noi romagnoli, è già un’altra roba. Cercherò sicuramente di studiare ed imparare il più possibile.”

La competitività dei piloti del mondiale Moto3 è molto elevato rispetto a quello del CIV. Come ti sei preparato per affrontare questa esperienza?
“Mi sono allenato molto in moto, soprattutto con una R3 Yamaha [300cc di cilindrata], con la MiniGP [65cc di cilindrata], con la moto d’acqua [Jet-ski] ed anche al Ranch di Valentino Rossi con la moto da flat-track. Sicuramente un aspetto molto importante è la forma psico-fisica. Per questo mi sono allenato con il preparatore atletico, ho svolto allenamenti in palestra e, per non tralasciare nulla, mi sono affidato anche ad un mental coach.”

A Misano con quale numero di tabella ti vedremo gareggiare?
“Ovviamente io avrei voluto correre con il numero di tabella che uso nel Campionato Italiano Velocità, cioè il 23. Nel Motomondiale però è il numero di Nelli [Niccolò Antonelli] e, non potendo usare un numero a 3 cifre per regolamento, ho scelto un numero libero, che mi piacesse. Userò il numero 20.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP GP Valencia

MotoGP Valencia: orari (TV e streaming) prove libere, qualifiche e gare

Valentino Rossi a Valencia

Valentino Rossi: “Non dovremmo correre a Valencia in questo periodo”

Marc Marquez a Valencia

MotoGP, Marc e Alex Marquez destini incrociati in Honda HRC?