Moto3: Da dove viene GasGas, il nuovo marchio nel Mondiale 2021?

Nel Mondiale Moto3 2021 assisteremo all'introduzione di un nuovo marchio, GasGas. Un focus su questa leggendaria azienda spagnola.

11 dicembre 2020 - 17:06

Un nuovo marchio apparirà nel Mondiale Moto3 2021. Per gli appassionati di sport motoristici, GASGAS è un’azienda conosciuta. In effetti, è molto famoso in particolare nelle competizioni offroad. Con l’introduzione di questo nuovo nome in entry class, parliamo di un pezzo di storia del motociclismo che torna nelle corse. Un focus sulla ricca storia dell’azienda è d’obbligo.

KTM e il team Aspar hanno fatto il grande annuncio: il leggendario nome GASGAS tornerà nel Motomondiale il prossimo anno. Izan Guevara e Sergio García saranno le punte di diamante dell’ambizioso progetto. L’acquisizione da parte di KTM risale al 2019, ma bisogna risalire al secolo scorso per ritrovare le radici di questo marchio e del suo nome particolare.

Nel 1973 due uomini, Josep Pibernat e Narcìs Casas, lavoravano a Bultaco in Catalogna, più precisamente a Salt. Ricordiamo che Bultaco è un marchio molto popolare in Spagna, che ha trionfato in svariate competizioni offroad (soprattutto in trial) ma anche nei Gran Premi. Ángel Nieto e Ricardo Tormo hanno vinto ciascuno due campionati del mondo 50cc alla fine degli anni ’70 in sella a queste moto.

Pochi anni dopo, la situazione si complica per Bultaco. L’azienda “col pollice in alto” sta vivendo grossi problemi finanziari e il fallimento non è lontano. Poco male: i due dipendenti lasciano la casa madre e decidono di importare fuoristrada italiani. Il marchio in questione, SV.VM (generalmente semplificato SWM), vive in seguito un periodo buio e quest’avventura dura solo un po’.

La passione per il fuoristrada però rimane e gli anni di esperienza in Bultaco permettono ai due uomini di avviare un’attività in proprio. La prima motocicletta GASGAS, un prototipo di trial, uscì dalle officine nel 1985. Ma soprattutto, da dove viene questo nome così particolare?

I fondatori volevano un nome che colpisse subito, che fosse immediatamente riconoscibile. Su una moto, devi accelerare per essere efficiente. “Dare Gas” nel gergo dei piloti, facile. “Gasgas” suona bene, spagnolo e dà un’idea diretta del prodotto. Per la cronaca, il nome doveva essere tradotto dall’importatore americano affinché gli anglofoni lo comprendessero: “FAST FAST”, o ad esempio “Rapide Rapide” in francese. Quattro anni dopo, nel 1989, GASGAS inizia a produrre moto da enduro, una disciplina che unisce motocross e trial. Ecco che iniziano ad arrivare i risultati.

Jordi Tarrés si fida della nuova azienda: vince così il 4°, il 5° ed il 6° titolo outdoor dal 1993 al 1995 con questi modelli catalani. La figura di riferimento dell’azienda resta Adam Raga, uno dei più grandi nella storia del suo sport. Lo storico rivale di Toni Bou ha vinto due campionati mondiali outdoor (2005-2006) e quattro indoor su GASGAS. Nel 1997 e nel 2000, Steve Colley diventa il primo a trionfare per il marchio ai Six Days of Scotland, un evento importante nel trial.

Dougie Lampkin ripete l’impresa tre volte dal 2012 al 2014, rendendo l’azienda una leggenda. Nell’enduro Paul Edmondson, Petri Pohjamo e Wayne Braybrooksono stati tutti incoronati su GASGAS, a dimostrazione della diversità e del know-how del marchio. Gode ​​di una fortissima popolarità anche negli USA e questo è forse uno dei motivi dell’impegno in Moto3.

Nel 2014 GASGAS si fonde con un altro marchio leggendario nei campionati trial, Ossa. Gli affari sono andati avanti fino all’acquisizione da parte di KTM nel 2019. Grazie a questo impegno (simile a Husqvarna), l’impero austriaco ha messo a segno una grande trovata pubblicitaria grazie ad un nome mitico. Resta da vedere se i piloti saranno all’altezza della leggenda dell’azienda.

L’articolo originale di Nicolas Pascual su paddock-gp

1 commento

Max75BA
23:59, 12 dicembre 2020

…mi chiedo che differenze ci siano tra le moto del gruppo Ktm? Husqvarna e Gasgas sono etichette differenti oppure sono effettivamente moto diverse dalla Ktm???

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

Test MotoGP, Valentino Rossi cambia programma. ‘Dovi’ più aggressivo

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Da Dovizioso aspettiamo info su Ducati”

iker lecuona motogp

MotoGP, Iker Lecuona: “Devo mantenere lo stesso spirito di sempre”