dixon moto2

Moto2: Jake Dixon, che peccato. “Ma so che sarò veloce da qui in avanti”

Jake Dixon vede sfumare la prima vittoria a pochi giri dal traguardo per un incidente. La delusione è stata grande. "Il lato positivo è che ero davvero veloce."

12 ottobre 2020 - 9:15

Pochi giri, pochi chilometri separavano Jake Dixon da quella che sarebbe stata una prima straordinaria vittoria Moto2. Una scivolata, un attimo che è bastato per mandare all’aria una gara ormai vinta. Chiaramente è grande la delusione: una partenza perfetta, la fuga con Lowes, la lotta prima dell’errore di quest’ultimo. A lungo rimane saldamente al comando, con un gran ritmo a dimostrare la crescita nella categoria del pilota britannico. Stando alle voci, mancherebbe poco all’ufficialità del rinnovo per il 2021.

Non trattiene le lacrime appena lasciata la moto incidentata ai commissari. È andato così vicino al colpaccio, in una gara difficile a causa delle condizioni miste della pista dopo l’acquazzone durante la gara MotoGP. Scene emozionanti una volta tornato al box, con tutti i membri della squadra che cercano di consolare il pilota amareggiato. Ma avrà subito l’occasione per rifarsi: la prossima settimana infatti si corre ad Aragón, di scena il primo del doppio round in programma al MotorLand.

“Non è certo il risultato ideale” ha ammesso Jake Dixon in seguito. “Il lato positivo era che mi trovavo al comando ed ero davvero veloce. Per fortuna non dobbiamo attendere molto prima di tornare a competere.” Si rivede poi la gara a mente fredda. “Mi guardo indietro e vedo che stavo facendo davvero un bel lavoro. Ma so che sarò veloce da qui in avanti. La squadra sta lavorando molto bene e non posso ringraziarli abbastanza. È stato un peccato, ma queste sono le gare. Ripartiremo più forti.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Aleix Espargaro a Teruel

MotoGP, Aleix Espargarò: “Mi dispiace superare così Dovizioso”

fernandez moto2

Moto2: Augusto Fernández operato per sindrome compartimentale

MotoGP, Fabio Quartararo e Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli manda in tilt i colleghi Yamaha