bulega moto2 test jerez

Moto2, Nicolò Bulega: “Lasciamo Jerez con ottime sensazioni”

Test ufficiali a Jerez chiusi con Thomas Lüthi rapidissimo, seguito dagli italiani Marco Bezzecchi e Nicolò Bulega. I commenti dei tre piloti.

22 febbraio 2020 - 8:53

Uno svizzero e due italiani al comando della classifica combinata di questi test a Jerez. Thomas Lüthi si è dimostrato velocissimo nell’ultima giornata e non sarà certo una sorpresa in ottica mondiale. Segnali molto positivi per Marco Bezzecchi e Nicolò Bulega, reduci da una prima annata in Moto2 difficile e determinati a dire la loro in questo 2020. Per il pilota Sky VR46 il secondo crono assoluto, a precede l’alfiere di Fausto Gresini.

Thomas Lüthi ha chiuso con un tempo record di 1:40.326 questi tre giorni sul tracciato andaluso. Compresi dei test privati, sono state cinque giornate importanti per cercare la quadra in vista dell’inizio della stagione 2020. “Sono molto soddisfatto di questi test” ha dichiarato il pilota Intact GP. “Ci siamo sempre concentrati sul ritmo gara, per trovare il giusto set up e la costanza. Abbiamo provato in tutto per cinque giorni a Jerez, ora capiamo meglio il comportamento della moto. Partiamo dalle informazioni raccolte in questa occasione per prepararci in vista della prima gara della stagione in Qatar.”

Prima sessione ufficiale per Marco Bezzecchi, approdato quest’anno in Sky Racing VR46. Il passaggio dalla KTM utilizzata nel 2019 alla KALEX si sta rivelando positivo, come dimostrano i tempi ed il ritmo gara dimostrato in questi tre giorni. L’inizio di stagione si avvicina e ‘Bez’ vuole arrivarci ben preparato. “Abbiamo cercato il miglior tempo sul giro giovedì, mentre venerdì abbiamo svolto una simulazione di gara, con ottimi risultati. Ho girato assieme a Luca [Marini], abbiamo anche battagliato, mantenendo però un ritmo sempre molto competitivo. All’inizio in particolare è andata molto bene, con gomme nuove poi sono riuscito ad essere anche più rapido di Luca. Possiamo dire che questi test sono stati davvero positivi.”

Tanto lavoro in particolare su forcella e ammortizzatore posteriore, abbassando i tempi di due secondi nei tre giorni di test. Buoni riscontri per Nicolò Bulega, passato quest’anno alla squadra di Fausto Gresini e mostratosi finora particolarmente competitivo. La motivazione è particolarmente alta dopo un anno difficile. “Nelle prime sessioni abbiamo fatto un po’ di fatica, ma siamo stati bravi ad individuare velocemente i problemi ed a risolverli. Lascio Jerez con buonissime sensazioni e non solo per il tempo odierno: stiamo lavorando bene con la squadra e continuiamo a crescere sessione dopo sessione.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

brad binder ktm motogp

MotoGP, Brad Binder: “Test Misano? All’inizio mi sentivo perso”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi ritorna sulla Ferrari GT3: “Che bello risalire sulla Bestia”

syahrin moto2

Moto2, Hafizh Syahrin: “Devo lavorare sui miei punti deboli”