jorge aspar martinez

Jorge ‘Aspar’ Martínez diventa Leggenda della MotoGP

Jorge 'Aspar' Martínez verrà nominato Leggenda della MotoGP nel corso del GP di Valencia. La conferenza stampa giovedì 14 novembre.

13 novembre 2019 - 11:15

Nel corso del Gran Premio di Valencia, tappa conclusiva della stagione 2019, ci sarà spazio anche per un riconoscimento per Jorge ‘Aspar’ Martínez. Il quattro volte campione valenciano, da anni a capo di una squadra nel Motomondiale, sarà una nuova Leggenda della MotoGP, collocato così anche ufficialmente tra i migliori della storia di questo sport. Giovedì 14 novembre alle 18:00 la conferenza stampa dell’evento.

Si tratta nientemeno che il pilota valenciano più vincente della storia. Quattro i titoli da lui vinti, tre in 80cc tra il 1986 ed il 1988, a cui aggiungerne uno in 125cc sempre nel 1988. Ritiratosi dall’attività agonistica, ha formato una squadra chiamata Aspar Racing Team, in seguito Angel Nieto Team per omaggiare il 13 volte iridato, scomparso nel 2017 in un incidente stradale. Con la sua squadra, Jorge Martínez ha conquistato altri quattro titoli mondiali in 125cc. Parliamo di Alvaro Bautista (2006), Gábor Talmácsi (2007), Julián Simón (2009) ed il valenciano Nico Terol (2011).

Proprio con quest’ultimo e con María Herrera ha accettato la sfida elettrica, debuttando nella prima stagione della Coppa del Mondo MotoE. Attualmente poi Martínez è impegnato solo nelle categorie Moto2 e Moto3, oltre ad aiutare la crescita dei più piccoli attraverso il CEV. Nel 2018 il suo ultimo titolo nella categoria Moto3 con Raúl Fernández, poi portato nel Mondiale (un rapporto poi deterioratosi, con lo spagnolo che migra in Ajo nel 2020). Una ‘cantera’ di giovani promesse, un programma nel quale è coinvolto anche il suo ultimo campione del mondo, Nico Terol.

Il riconoscimento come Leggenda della MotoGP gli verrà assegnato su una pista a lui molto cara, essendo quella “più di casa”. Sul Circuito Ricardo Tormo troviamo anche una curva che porta il suo nome, la prima presente sulla pista di Cheste. Si tratta della terza curva intitolata a qualcuno, dopo quelle di Mick Doohan (curva 2) e Angel Nieto (curva 6).

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”