Fabio Quartararo avverte Yamaha: “Idee chiare sul futuro”

Fabio Quartararo è la sorpresa della stagione 2019. Il manager Eric Mahè chiede idee chiare sul futuro del pilota, altrimenti potrebbe cambiare costruttore.

14 luglio 2019 - 17:10

La vera rivelazione della MotoGP 2019 porta il nome di Fabio Quartararo. Quando venne annunciato il suo arrivo in classe regina, dopo due opache stagioni in Moto2, in molti gridarono allo scandalo. Per alcuni era addirittura un nome preso a caso pur di non ingaggiare Alex Marquez. Alla fine il team Yamaha Petronas SRT, Razlan Razali e Wilco Zeelenberg hanno visto lungo. Tanto che Marc, dopo la gara del Sachsenring, ha sostituito Andrea Dovizioso con il rookie francese nel ruolo di suo principale contendente nel futuro prossimo.

Peccato che la caduta in Germania abbia rovinato la scia di buoni risultati. Ma Fabio Quartararo resta ottavo in classifica, a tre distanze da Miller, tredici da Valentino Rossi, diciotto da Maverick Vinales. Con le sue prestazioni sul giro secco ha abbattuto ogni alibi all’interno del box Yamaha. Alza l’asticella… e le richieste. Non a livello economico, ma tecnico, chiedendo una YZR-M1 più simile a quella ufficiale. Lin Jarvis ha promesso alcuni aggiornamenti, ma ha lasciato trasparire di non avere nessuna intenzione di schierare quattro moto factory nel 2020. Eric Mahé, il manager di ‘El Diablo’, inizia già a premere sul rinnovo 2021/2022. “Naturalmente inserirò alcuni adattamenti in termini di condizioni di base – riporta Speedweek.com -. Rispetto ad un anno fa qualcosa è cambiato“.

Fabio Quartararo potrebbe diventare una pedina fondamentale sullo scacchiere del mercato piloti che si scatenerà il prossimo anno. Inutile negare che punta alla conquista della sella di Valentino Rossi, che probabilmente dirà addio alla MotoGP al termine del 2020. “Ovviamente Yamaha deve riflettere molto attentamente su cosa intendono fare con Fabio in futuro. Per quanto riguarda lo sviluppo, lo sapremo già ad agosto dopo il test di Brno, come funziona la nuova Yamaha M1. Quindi potremo dire qualcosa di più a questo riguardo“. I giochi di mercato 2021/2022 iniziano a muovere i primi passi in vista del gran trambusto della prossima stagione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez cade meno: “Bisogna restare concentrati”

Vacanze MotoGP: Rossi a Ibiza, Lorenzo-Arbolino alle Maldive

Aleix Espargarò deluso: “Non siamo mai stati veloci”