Tony Cairoli

Motocross, Tony Cairoli: “Le gare si vincono in allenamento”

Tony Cairoli 3° nel Mondiale di Motocross 2020. L'obiettivo a breve termine è rinnovare con KTM: "Quando mi stancherò di allenarmi mi ritiro".

18 maggio 2020 - 10:18

Dopo le tappe in Gran Bretagna e Olanda Tony Cairoli si ritrova a dover inseguire in classifica Jeffrey Herlings e Tim Gajser. Il nove volte campione di Motocross dista 26 punti dal vertice della classifica, complice anche una condizione fisica non ancora eccellente. I postumi dell’intervento alla spalla dell’estate scorsa sono proseguiti fino ad oggi. Durante la preparazione invernale ha inoltre rimediato un infortunio al ginocchio, costringendolo a gareggiare con molta precauzione.

Quarto e terzo posto in Inghilterra, settimo e quinto nei Paesi Bassi. “Non mi aspettavo che le cose andassero abbastanza bene in Inghilterra“, ha detto Tony Cairoli in una video intervista con MXGP. “La mia spalla non era al 100% della forma e anche il ginocchio causava grossi problemi. Mi ero piegato il ginocchio a Lommel. Non era poi così male, ma il circuito era molto profondo e dovevi lavorare molto con le gambe e sostenerti. Ho guidato con attenzione per non ferirmi ancora più seriamente. Il risultato è stato ok. Nonostante la stagione, la pista era in buone condizioni e mi sono divertito a guidare“.

TONY, OPERAZIONE RINNOVO

In Olanda ha sempre raccolto ottimi risultati, ma stavolta Herlings e Gajser hanno dettato un ritmo superiore sin dalla partenza. Complice il layout della pista che richiedeva massimo supporto dal ginocchio dolente. “Sebbene Valkenswaard sia uno dei miei tracciati preferiti, ho avuto molti problemi con il mio ginocchio infortunato. Devi mettere la gamba a terra circa 20 volte al giro, il che non è stato facile perché ho dovuto fare attenzione a non stirare di nuovo i miei legamenti. Ecco perché ho guidato in modo molto prudente e ho limitato i danni“.

Lo stop per Coronavirus ha aiutato a smaltire quasi definitivamente gli infortuni, ma la sfida con i due avversari davanti in classifica sarà molto ardua. Al campione siciliano di Motocross servirà una forma impeccabile per giocarsela alla pari. Da qui ai prossimi mesi l’obiettivo è puntare al rinnovo di contratto. “Dopo tanti anni, non è davvero facile motivarsi ancora. L’ho detto molte volte: continuerò fino a quando potrò migliorare. Continuo così a lungo e faccio del mio meglio per vincere e lottare per il podio. Questo mi motiva. Se un giorno vedrò che non sono più competitivo e faccio fatica ad allenarmi, mi fermerò. L’allenamento è in realtà il più difficile. Le gare sono per lo più solo divertenti – ha concluso Tony Cairoli -. Ma la gara si vince in allenamento“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MXGP 2020

MXGP: Round 2020 senza pubblico? “Non è un’opzione possibile”

MXGP Imola, Tim Gajser

MXGP, Tim Gajser: “Siamo pronti ad ogni sfida”

kiara fontanesi wmx

Kiara Fontanesi: “Mi divido tra moto e passeggino, mi piace tanto!”