Tom Sykes

Superbike Misano: Tom Sykes scalpita “Vorrei salutarvi dal podio”

La BMW porta a Misano alcune novità tecniche, anche l'attesissimo motore evo. Tom Sykes ha voglia di fare il salto di qualità

20 giugno 2019 - 7:36
Bmw sarà una delle osservate speciali nel week end Superbike di Misano. “Arriveremo molto preparati a questo appuntamento”, confida il direttore tecnico Marc Bongers, senza annunciare ufficialmente se Tom Sykes e Markus Reiterberger useranno o meno il motore evoluzione atteso da inizio stagione. “Nei test di tre settimane fa siamo andati molto forte, questo è il genere di tracciato che esalta le prestazioni della nostra S1000RR” è l’opinione del tecnico.

AVANTI PIANO

Tom Sykes ha archiviato la precedente trasferta di Jerez con un sesto e un settimo posto nelle due gare lunghe, sfiorando il miglior risultato stagionale, che resta il quinto posto firmato in gara 1 ad Aragon. La BMW ha cominciato la preparazione al Mondiale solo nel dicembre scorso e la partenza era stata superiore alle aspettative. Da qualche gara però le prestazioni si sono plafonate: il britannico è molto efficace sul giro secco, ma in gara lamenta problemi di usura gomme e una mancanza di cavalli notevole rispetto a Ducati, Yamaha e Kawasaki. Tenere testa con un motore pressochè Stock non è stato facile, a Tom serve un’iniezione di cavalli. Sperando che la maggiore potenza non pregiudichi l’eccellente equilibrio di una moto che, ciclisticamente, è nata benissimo.

“HO ASPETTATIVE MOLTO ALTE”

Risolti finalmente i problemi con la ex moglie Amie, dopo tre anni di durissime battaglie legali, Tom Sykes arriva a Misano con il morale molto alto. “I test qui sono andati molto bene, per cui ho delle aspettative abbastanza alte. Spero davvero che possiamo avere un weekend molto consistente e l’obiettivo è cercare di finire tra i primi cinque in tutte e tre le gare. Non ci bastano i piazzamenti, noi puntiamo al podio, anche ai gradini nobili. Ci siamo andati vicini un paio di volte, ma non basta. Misano ci dà una possibilità molto concreta. La BMW Motorrad si sta impegnando a fondo, salutarvi da lassù in cima al podio sarebbe un sogno, per me che amo così tanto gli appassionati italiani…”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “Mondiale difficile al primo tentativo”

ana carrasco

Ana Carrasco, inizia la riabilitazione: le cicatrici sulla schiena

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike: Garrett Gerloff scala il podio, e se fosse solo l’inizio?