Superbike: Frattura di due vertebre per Thitipong Warokorn

In seguito al botto in gara sprint, Thitipong Warokorn ha riportato la frattura di due vertebre toraciche e una commozione cerebrale, ma nessuna lesione midollare.

18 marzo 2019 - 9:21

Non si è chiusa nel migliore dei modi la prima wild card nel Mondiale Superbike di Thitipong Warokorn. Il pilota thailandese, che ha chiuso il suo round durante la gara sprint per un brutto incidente (a cui è seguita l’esposizione della bandiera rossa), ha riportato la frattura della quarta e della quinta vertebra toracica, fortunatamente senza nessuna lesione midollare. Per lui anche una commozione cerebrale e parecchi lividi, a testimonianza di quanto il botto sia stato importante.

Il leader ASB1000 in Asia Road Racing Championship era all’esordio nel Mondiale Superbike grazie come detto ad una wild card concessagli per la tappa di casa. Warokorn, già in WSSP nel 2017 (chiuse 4°), stavolta ha corso nella categoria regina delle derivate di serie in sella ad una ZX-10RR del Kawasaki Thailand Racing Team. Purtroppo per lui il fine settimana si è chiuso al settimo giro della gara sprint. Trasportato prima al Centro Medico e poi all’ospedale di Buriram, ha riportato le lesioni sopra indicate.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Argentina: Jonathan Rea non molla, altra doppietta!

Federico Caricasulo

Supersport Argentina: Federico Caricasulo accorcia le distanze

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Argentina: Jonathan Rea che sprint, ora sono 84