Chaz Davies, Argentina

Superbike Chaz Davies “La Ducati lavora già per il 2020”

Il gallese quarto tempo del venerdi punta al podio in Argentina ma è già al lavoro per preparare il 2020. "Nei test invernali dovremo fare il salto di qualità"

12 ottobre 2019 - 9:09

Chaz Davies si gode la potenza della Ducati V4R che, come da pronostico, sta dettando legge sul lungo rettilineo di El Villicum. “Certo, andiamo molto forte sul dritto, però negli altri tre chilometri ci sono le curve, e la moto deve funzionare anche lì. Infatti funziona” sorride il gallese. Nella combinata dei turni del venerdi ci sono tre Ducati nelle prime quattro posizioni, con Jonathan Rea solito intruso Kawasaki. Dominio rosso anche nella lista delle velocità massime: Davies svetta con 303,4, poco distanti Bautista e Rinaldi. La Kawasaki però ha recuperato terreno: Rea è transitato a 300,8 si era già visto a Magny Cours che l’ultima evoluzione del quattro cilindri ZX-10R ha quasi annullato lo svantaggio sul dritto. Qui cronaca e tempi del venerdi

“COME SUL GHIACCIO, MA DIVERTENTE”

Chaz Davies ha puntato l’indice sulle condizioni di grip, ma con ironia. “E’ stato come guidare sul ghiacco, ma divertente. Gli organizzatori hanno fatto un lavoro incredibile e a prima vista l’asfalto sembra pulito. Invece non c’è grip. Dovevano pensarci in tempo, è incredibile che arriviamo in Argentina e troviamo il fondo in queste condizioni. Correre qui è bellissimo, ma credo che questo venerdi debba servire da lezione. Al pomeriggio pensavamo tutti che le cose sarebbero andate a posto, ma non è stato così. Secondo me anche perchè, tolta via la sabbia,  la temperatura esterna ha fatto trafilare olio: l’asfalto è nuovo, El Villicum non viene usato durante l’anno.”

“PROVE DI FUTURO”

Chaz Davies è già proiettato in ottica 2020. “Stiamo provando un pò di cose. A Laguna Seca siamo andati forte (unica vittoria in stagione, ndr), a Portimao e Magny Cours abbiamo cercato e trovato qualche conferma. Non credo che neanche qui saremo in grado di puntare al successo, ma voglio andare a podio, trovare costanza di prestazione. Abbiamo davanti un inverno molto intenso: nei test avremo bisogno di compiere un gran passo avanti.”

Foto: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak

Superbike: Toprak sarà così veloce anche con la Yamaha?

Superbike, Tom Sykes

Superbike: BMW, che frenata in Argentina

Superbike

Superbike: Lo “sciopero” costa caro, Argentina a rischio?