loris baz ten kate yamaha

Superbike 2020: C’è anche Loris Baz, confermato in Ten Kate Yamaha

Loris Baz al via fin dal primo round Superbike nel 2020. Ten Kate Yamaha rinnova la fiducia nel pilota francese per la prossima stagione.

9 novembre 2019 - 15:19

Senza sella all’inizio del 2019, confermato in Ten Kate Yamaha nel 2020. Loris Baz sarà al via dall’inizio l’anno prossimo nel Mondiale Superbike. L’ex pilota MotoGP, rientrato nel 2018 nel campionato delle derivate di serie, ripartirà ancora con il team olandese, oltre ad una moto, la Yamaha YZF-R1, con cui ha ottenuto risultati apprezzabili in questa stagione iniziata dopo cinque round. Una nuova opportunità di disputare un’annata completa, puntando a migliorare quanto ottenuto finora.

Storia complicata quella dello spilungone (è alto 1.93) di Sallanches, che riesce ad assicurarsi un posto fisso per la prossima stagione dopo un inizio 2019 che l’ha visto fermo, senza squadra. L’esordio in Superbike risale al 2012 con Kawasaki Racing Team, in cui rimane fino al 2014. In questo lasso di tempo conquista due vittorie e altri 12 piazzamenti sul podio. Dal 2015 al 2017 si sposta in MotoGP, chiudendo per due volte ai piedi del podio, prima di ritornare a competere nelle derivate di serie. L’anno scorso c’è stata una comparsa in MotoGP per sostituire l’infortunato Pol Espargaró in KTM. Sfortuna vuole che si sia trattato della tappa a Silverstone, cancellata per maltempo.

Il ritorno in Superbike, assieme a BMW, l’ha visto sempre in zona punti, tranne in due occasioni. Di questi, 13 top ten, con due sesti posti come migliori risultati. Come detto, nel 2019 è rimasto inizialmente a piedi, finché Ten Kate Yamaha non gli ha dato l’opportunità di tornare in azione. Tanti piazzamenti in top ten, alcuni vicini al podio, che hanno convinto la struttura olandese a rinnovare la fiducia del pilota francese. Un team che vanta nella sua storia 85 podi, dei quali 42 successi, oltre ad un titolo iridato.

“Non vedo l’ora di ricominciare” ha dichiarato Loris Baz, felice di questa nuova occasione. “Il 2019 è stato speciale, ma anche difficile. Dovevo imparare la moto ogni fine settimana senza aver svolto nessun test, eccezion fatta per due giornate a metà stagione. Nonostante tutto abbiamo fatto grandi cose assieme. Abbiamo tante cose da provare: la moto può migliorare molto, tanto da arrivare a lottare costantemente per le prime posizioni. Il 2020 sarà una stagione emozionante.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sylvain Guintoli, SBK

Massimo Rivola giù duro: “SBK in direzione sbagliata, Ducati ha un motore MotoGP”

Superbike, 2020

Superbike Ecco il calendario 2020, Qatar anticipato a marzo

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport