Sandro Cortese

Sandro Cortese, ma come hai fatto a correre conciato così?

Il pilota di GRT Yamaha ha gareggiato in America con la spalla sinistra fortemente lesionata. Ci vorrà tempo per rimetterla a posto

20 luglio 2019 - 13:31

Sandro Cortese ha disputato tre gare a Laguna Seca con la GRT Yamaha guidando…con un braccio solo. Il 29enne tedesco è sceso in pista nel nono round del Mondiale con forte dolore alla spalla sinistra lesionata nella caduta sull’olio a Donington, solo sei giorni prima. La lesione era così seria che Sandro in America non riusciva neanche ad alzare completamente il braccio. Eppure è sceso in pista regolarmente riuscendo anche a racimolare quattro punti Mondiali. Rientrato a casa, si è sottoposto ad accurati controlli che hanno evidenziato lesioni ai legamenti, lo strappo di un tendine e un forte stato infiammatorio.

COME CE L’HA FATTA?

I due medici che mi hanno controllato mi hanno chiesto come abbia potuto correre con la spalla così danneggiata” racconta Sandro Cortese. “Non ci sarà bisogno di intervenire chirurgicamente. Dovrò stare a riposo assoluto per una decina di giorni, poi faremo altri controlli. Credo di avere tempo per guarire e che per a Portimao (7-8 settembre, ndr) sarò a posto“.

LA DINAMICA

Sandro Cortese è stato uno dei sei piloti a cadere sull’olio lasciato in pista dalla BMW di Peter Hickmann durante la Superpole Race di Donington. “Stavo frenando e sono caduto a bassa velocità, sono quegli incidenti un pò goffi che a volte creano più danno di quando voli molto forte. Per alcuni giorni sono stato bene, poi è comparso un dolore fortissimo. I medici mi hanno detto che è normale.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Sandro Cortese

Superbike: Sandro Cortese a piedi “Magari vado in Endurance”

Superbike, Toprak

Superbike: Yamaha 2020 solo per Toprak e van der Mark

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”