parkingo kawasaki supersport 2020

ParkinGO Kawasaki, un 2020 tra WorldSSP e Supersport 300

ParkinGO Kawasaki presenta il suo 2020. González pronto per il debutto in WorldSSP, Rovelli ed Edwards le conferme in Supersport 300.

29 gennaio 2020 - 17:55

ParkinGO Kawasaki, presentati i programmi per il 2020 nel Mondiale delle derivate di serie. Direttamente dal nuovo Flagship Store ParkinGO di Madrid, dove si è concluso l’evento, il Team Manager Edoardo Rovelli ha svelato al numeroso pubblico ed ai media sia le moto che i piloti per la nuova stagione. Manuel González è pronto per affrontare il Mondiale Supersport, Filippo Rovelli e Tom Edwards invece sono le conferme in Supersport 300.

ESORDIO IN WORLDSSP PER GONZALEZ

Partiamo dal primo dei piloti citati. Manuel González si è coronato Campione SSP300 proprio con lo stesso team che ora gli permette di compiere il salto di categoria. I test svolti ad Almería e Jerez hanno mostrato da subito come il pilota madrileno e la sua Kawasaki ZX6 R possano fare molto bene già in questa stagione d’esordio. Il tempo finale registrato nei test mostra un ritardo di meno di un secondo dai migliori.

“Ho tanta voglia di tornare in moto” ha dichiarato l’iridato WorldSSP300. “La 600 mi ha fatto provare da subito grandi emozioni. Siamo andati bene nei primi test ad Almería e Jerez, siamo a un secondo dai migliori e questo non mi preoccupa. Il livello è molto alto, ci sono piloti di grande esperienza ed altri che arrivano dalla Moto2. Nella prima gara non penso che sarò in grado di lottare per il podio, ma pian piano saprò avvicinarmi ai primi.”

WORLDSSP300 CON ROVELLI ED EDWARDS 

Per quanto riguarda la Supersport 300, l’obiettivo di Filippo Rovelli è quello di migliorare costantemente, puntando alle posizioni per le quali ha dimostrato di poter ambire. Tom Edwards ha chiuso con il 2019 portando a casa ottimi piazzamenti. Per questa stagione ci si aspetta molto di più, vale a dire che diventi fin da subito uno dei piloti in lotta per il titolo mondiale.

“Sono molto motivato” ha dichiarato il pilota italiano. “Voglio migliorare rispetto all’anno scorso, che non è andato male. Affronto la stagione con un’altra mentalità: sono più allenato e più deciso ad entrare nella top ten del mondiale.” Soddisfatto per la conferma l’australiano, ancora più carico per questo 2020. “Quest’anno il mio approccio alle gare sarà totalmente differente, penso di essere in grado di lottare per il mondiale.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike,Marco Melandri

Superbike: Marco Melandri, la pazza idea del ritorno Mondiale con Ducati

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista in ritardo, che succede alla Honda?

Superbike Krummenacher MV Agusta

Superbike, MV Agusta: “Eravamo all’oscuro, agiremo per vie legali”