ana carrasco

Ana Carrasco, intervento e stagione finita. “Domani inizia il 2021”

Stagione 2020 finita per Ana Carrasco: oggi l'intervento per accelerare il recupero, che sarà comunque di tre mesi. Testa già al 2021.

15 settembre 2020 - 14:32

Ana Carrasco deve salutare anzitempo il Mondiale Supersport 300. La pilota Kawasaki Provec dovrà sottoporsi oggi ad un intervento per stabilizzare l’infortunio a tre vertebre, conseguenza dell’incidente nel test a Estoril. Tempi di recupero di tre mesi e addio alla stagione 2020 quindi, ma la giovane spagnola non perde il suo ottimismo. “Anche gli infortuni sono parte del mio lavoro. Domani per me comincia la pre-season 2021.”

L’operazione alle vertebre T3 (parzialmente coinvolta), T4 e T6 verrà condotta nella giornata odierna dal dottor Ubierna, specialista in traumi spinali, e dal suo staff alla Clinica Dexeus di Barcellona. Se tutto va come previsto, Carrasco ricomincerà a camminare in pochi giorni e in alcune settimane sarà in grado di ricominciare con esercizi isometrici. Come detto, chiaramente i tempi di recupero sono lunghi. “L’incidente è avvenuto il 10 settembre, l’11 è arrivata in Clinica. Gli esami hanno mostrato fratture alla colonna dorsale.”

“A livello della vertebra T4 si è verificato uno spostamento di 2 mm, senza però causare problemi al midollo spinale.” Assieme a pilota, famiglia e team si è deciso per l’intervento. “È la soluzione appropriata per stabilizzare la frattura e permettere un pronto recupero della mobilità. Se nelle prossime 48 ore tutto va come previsto, potrà iniziare a muoversi e fra tre settimane iniziare con i primi esercizi. In circa tre mesi sarà tornata in forma per la sua attività professionale. Una volta sistemata la frattura, è in programma la rimozione del materiale in titanio.”

Stagione finita per Ana Carrasco, che però mantiene un atteggiamento positivo. “Non era certo il programma della settimana, verso il round di casa a Barcellona” ha ammesso la giovane pilota. “Ma cadute ed infortuni fanno parte del mio mestiere. Volevo continuare a lottare per il titolo, ma ora la mia stagione 2020 è finita e domani per me scatta già il 2021. Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato in questi giorni, me ne ricorderò. Grazie a tutte le persone che mi hanno inondato di messaggi di incoraggiamento, per me significa molto.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Garrett Gerloff

Superbike: Garrett Gerloff scala il podio, e se fosse solo l’inizio?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding ci ha messo il cuore ma per il Mondiale non basta

andrea locatelli supersport

Supersport: Andrea Locatelli Campione, una sfida rivelatasi vincente