Superstock 600 Nurburgring Qualifiche 1: Moser a sorpresa

Ottimo crono per il tedesco, secondo Jeremy Guarnoni

3 settembre 2010 - 14:49

Fino all’esposizione della bandiera a scacchi, la classifica del primo turno di libere per la Superstock 600 vedeva quattro piloti racchiusi in 40 millesimi, fino a quando la wild-card tedesca Marc Moser (Triumph Sport-Evolution, pilota abitualmente impegnato nell’IDM Supersport), decide di salire in cattedra e scombussolare l’equilibrio.

Risultato? Nuova leadership, e 761 millesimi sul primo inseguitore, ovvero il leader della classifica Jeremy Guarnoni (Yamaha MRS Racing). Terzo classificato è Romain Lanusse, in gran spolvero sul circuito del Nurburgring con la seconda YZF-R6 del team di Adrian Morillas, davanti al giovane Joshua Elliott (Kawasaki Racedays) e all’olandese Tony Covena (wild-card del Yamaha Econocom).

Sesto classificato è Giuliano Gregorini (Yamaha Elle 2 Ciatti), che precede il duo italiano del team Yamaha Martini Corse, con Federico D’Annunzio che fa meglio di Dino Lombardi. Nono posto per il dolorante Florian Marino (Honda Ten Kate Race Junior) il quale vede ora la strada più che in salita e le sue possibilità di ridurre i 26 punti di vantaggio ancora più misere.

Si comporta bene invece Jan Buhn (Yamaha Jan Buhn Racing) il quale, grazie al decimo posto, fa meglio del duo MTM Racing Team Yamaha composto dal norvegese Fredrik Karlsen e dal belga Gauthier Duwelz, con il nostro Davide Fanelli (Honda Allservice System by QDP) soltanto tredicesimo, limitato dal problema tecnico alla sua CBR 600RR, che gli ha fatto perdere tutto il precedente turno di libere.

Superstock 600 European Championship 2010
Nurburgring, Classifica Qualifiche 1

01- Marc Moser – Sport Evolution – Triumph Daytona 675 – 2’04.266
02- Jeremy Guarnoni – MRS Racing – Yamaha YZF R6 – + 0.761
03- Romain Lanusse – MRS Racing – Yamaha YZF R6 – + 0.781
04- Joshua Elliott – Racedays Kawasaki – Kawasaki ZX-6R – + 0.823
05- Tony Covena – Econocom – Yamaha YZF R6 – + 1.018
06- Giuliano Gregorini – Elle2 Promotion – Yamaha YZF R6 – + 1.475
07- Federico D’Annunzio – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 1.522
08- Dino Lombardi – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 1.623
09- Florian Marino – Ten Kate Race Junior – Honda CBR 600RR – + 1.766
10- Jan Buhn – Jan Buhn Racing – Yamaha YZF R6 – + 1.819
11- Fredrik Karlsen – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1.966
12- Gauthier Duwelz – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1.974
13- Davide Fanelli – All Service System by QDP – Honda CBR 600RR – + 2.119
14- Kevin Valk – Willems Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 2.415
15- Steven Le Coquen – Team ASPI – Yamaha YZF R6 – + 2.642
16- Richard De Tournay – Team ASPI – Yamaha YZF R6 – + 3.011
17- Francesco Cocco – Elle2 Promotion – Yamaha YZF R6 – + 3.293
18- Tomas Krajci – TK Racing Slovakia – Yamaha YZF R6 – + 3.605
19- Kevin Van Leuven – Start Racing – Yamaha YZF R6 – + 3.974
20- Mircea Vrajitoru – C.S.M. Bucharest – Yamaha YZF R6 – + 4.934
21- Nelson Major – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 – + 5.569

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022

Superbike, Jonathan Rea e il team KRT

Superbike, KRT si scusa con Jonathan Rea: “Non abbiamo dato il 100%”