Supersport Imola Gara: Michele Pirro si ritrova vincitore

Contatto e caduta all'ultima curva per Sofuoglu e Laverty

26 settembre 2010 - 10:33

Lo scontro fra i due titani della Supersport ha avuto un epilogo di gara rocambolesco sul circuito di Imola. Dopo aver battagliato per tutta la corsa infatti, i due sfidanti per il titolo Kenan Sofuoglu (Honda Ten Kate) ed Eugene Laverty, si sono ritrovati entrambi nella ghiaia in uscita della “Variante Bassa”, appena prima del traguardo. Il motivo della caduta di entrambi è stata la scivolata del pilota di passaporto irlandese il quale, nel tentativo disperato di sopravanzare il centauro turco per il successo, ha perso il controllo dell’anteriore della sua CBR 600RR, travolgendo l’avversario.

In una scena da “Giochi Senza Frontiere”, i due piloti sono corsi immediatamente verso le proprie moto, cercando di ripartire prima dell’altro. Con Michele Pirro che aveva già tagliato il traguardo, è stato il compagno di squadra di quest’ultimo ad avere la meglio ottenendo la seconda posizione, proprio davanti a Laverty.

Vincitore di gara  è stato quindi il pilota di San Giovanni Rotondo, alla prima affermazione di quest’anno, favorita anche dal problema tecnico di cui è stato vittima Chaz Davies (Triumph BE-1 ParkinGO), visto che l’inglese era stato davanti al pilota italiano. La situazione in classifica, dopo l’imprevedibile finale di corsa, vede ancora Kenan Sofuoglu leader con 16 punti di vantaggio su Eugene Laverty. Per il pilota di Toomsbridge si prospetta quindi un’impresa quasi impossibile tra una settimana esatta a Magny Cours.

Quarto al termine è Broc Parkes (Kawasaki Provec Motocard.com) ritrovatosi nelle ultime posizioni per un “dritto” alla partenza, seguito dal compagno di squadra Katsuaki Fujiwara, dal nostro Massimo Roccoli (Honda Intermoto), autore di una buonissima performance oggi, e dall’australiano Mark Aitchison (Honda Kuja Racing), che regala un risultato storico alla compagine italiana. Ottavo posto per la wild-card Cristiano Migliorati (Kawasaki Puccetti Racing) futuro coordinatore del Team Italia davanti ai connazionali Roberto Tamburini (Yamaha Bike Service Racing Team) e Gianluca Vizziello (Honda Velmotor 2000).

Si tratta di caduta per Gino Rea (Honda Intermoto) nel corso del quarto giro, mentre era in quarta posizione. Il pilota inglese non ha riportato conseguenze a livello fisico, a differenza dello spagnolo David Salom (Triumph BE-1 ParkinGO) il quale è stato trasportato al centro medico. Da segnalare al via lo “strike” di Ronan Quarmby all’imbuto del “Tamburello” coinvolgendo anche Miguel Praia e Fabien Foret.

Supersport World Championship 2010
Imola, Classifica Gara

01- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – 19 giri in 36’07.906
02- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 2.888
03- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 4.569
04- Broc Parkes – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 4.865
05- Katsuaki Fujiwara – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 5.718
06- Massimo Roccoli – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 6.102
07- Mark Aitchison – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 9.977
08- Cristiano Migliorati – Puccetti Racing Kawasaki Italia – Kawasaki ZX-6R – + 18.563
09- Roberto Tamburini – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 19.987
10- Gianluca Vizziello – Velmotor 2000 – Honda CBR 600RR – + 28.436
11- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 28.508
12- Vittorio Iannuzzo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 42.347
13- Alessio Palumbo – Puccetti Racing Kawasaki Italia – Kawasaki ZX-6R – + 1’05.502
14- Giuseppe Barone – RCGM 2B Corse – Yamaha YZF R6 – + 1’05.930
15- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – a 1 giro

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alvaro Bautista

Simone Battistella: “Alvaro Bautista non parla con KTM”

All Japan Superbike

All Japan Superbike Motegi: Nakasuga torna alla vittoria

Eugene Laverty, BMW

Superbike 2020: Eugene Laverty in BMW, che coppia con Tom Sykes!