Supersport: confronto “in rosa” a Misano Adriatico

Ritorna Paola Cazzola, iscritta anche Nikolett Kovacs

23 giugno 2010 - 2:10

Non sarà la prima volta in assoluto che il mondiale Supersport accoglierà non una, bensì due motocicliste al via questo fine settimana a Misano Adriatico. Il precedente risale all’appuntamento di Miller Motorsports Park dello scorso anno, quando presero parte all’evento Melissa Paris (nuovamente in gara in questa stagione sempre a Salt Lake City) e Marie Josée Boucher.

Questione analoga per il round di San Marino in programma nel fine settimana, dove due ragazze cercheranno di ben figurare potendo contare su di una buona esperienza a livello nazionale ed internazionali. A Misano ritroveremo al via Paola Cazzola, già presente nei primi quattro round 2010 con la Honda del Kuja Racing: 3 punti frutto del 14° posto di Phillip Island e del 15° di Assen.

La forte motociclista tricolore, a seguito del divorzio con il team Kuja, salirà in sella ad una Yamaha R6 (moto che conosce bene avendo corso, e vinto, nella R6 Cup lo scorso anno) del Team Ciatti Elle 2: certa la partecipazione anche agli appuntamenti di Nurburgring, Imola, Magny Cours e si lavora per ampliare il programma per la tappa di Brno.

A sua volta il team Kuja Racing ha iscritto per il weekend di Misano Adriatico “one event” Nikolett Kovacs, pilota ungherese classe 1982, conosciuta anche nella nostra Penisola per l’impegno nella Metzeler Cup nell’ambito della Coppa Italia. “Niki” da tre anni corre abitualmente con moto 600cc dopo una formazione “a due tempi”: nel 2007 disputò addirittura il Gran Premio di Turchia del Motomondiale nella classe 125cc.

La conferma di questa partecipazione “spot” dovrebbe arrivare nelle prossime ore, anche se già Nikolett Kovasc risulta iscritta all’evento di Misano Adriatico.

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Eugene Laverty su di giri: “Dopo la pausa torno a giocarmi il podio”

Walderstown fatale a Darren Keys

Tom Sykes, un altro podio: “BMW, la crescita è impressionante”