Tourist Trophy: prime prove per il TT Zero verso le 100 mph

Debutta il TT Zero

6 giugno 2010 - 4:35

Al termine della prima giornata di gare del Tourist Trophy all’Isle of Man, attorno alle 20:25, sono scesi sul tracciato del “Mountain” le moto del “TT Zero“, nuova classe per moto ad emissioni zero istituita dal Governo e dagli organizzatori dell’IOM dopo l’esperimento del 2009 del TTXGP, con cui è stata conclusa la partnership nei scorsi mesi (non senza qualche polemica da parte di Azhar Hussain, fondatore di TTXGP).

Tanti progetti e piloti interessanti al via, alcuni già conosciuti nel TTXGP o nel campionato e-Power, istituito direttamente dalla Federazione Motociclistica Internazionale in questa stagione, tutti alla caccia delle 10.000 sterline messe in palio per chi supererà per primo il muro delle 100 mph di media.

Subito vicina a questo record il team californiano MotoCzysz, conosciuto per aver sviluppato un progetto in MotoGP, adesso al via del TT Zero con la E1PC condotta da Mark Miller: per lui subito un giro da primato, 93.390 mph a “Glen Helen”, ulteriormente migliorato in 96.327 mph al rivelamento nei pressi del “Ballaugh Bridge” fino a spiccare 99.520 mph a “Ramsey”. Le 100 miglia sono davvero vicine.

Non è andato male nemmeno Rob Barber, vincitore del TTXGP 2009, sempre con il progetto di Agni Motors, 96.670 mph. Probabilmente tra questi due piloti si deciderà la vittoria mercoledì 9 giugno, con potenziali inserimenti degli altri interessanti prototipi di ManTTx Racing, Peace E Rider, Ecolve, HTBLAUVA – XX Project e SERT (Swedish Electric Racing Team), come dice il nome stesso dalla Svezia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Red Bull Rookies Cup 2020

Red Bull Rookies Cup, a Spielberg il primo round del 2020

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1