Red Bull Rookies Cup: profilo del campione 2010, Jake Gagne

Il nuovo "Rookies"

8 settembre 2010 - 6:31

Dopo Johann Zarco, J.D. Beach e Jakub Kornfeil, succede nell’albo d’oro della Red Bull MotoGP Rookies Cup il 17enne americano Jake Gagne. Nato a Ramona in California, medesima città natale di John Hopkins, Jacob (semplicemente “Jake” per tutti) quest’anno era alla sua seconda stagione nella categoria in Europa, la terza contando la precedente esperienza nella serie americana. La carriera di Gagne inizia presto, ma a livello “professionistico” a 11 anni come per quasi tutti i piloti americani nell’offroad, nello specifico il Motocross. Subito titolo in California nella CMC e Gold Cup tra 60 e 85cc, vincendo nella stagione successiva gli ambiti trofei “junior” Ponca City Oklahoma National Championship e Loretta Lynn’s Regional Champion. Il bottino di successi prosegue nel 2006 e 2007, con più di 100 vittorie all’attivo e l’esperienza nel campionato dell’Arizona dove conclude 4° e 5°. Il passo successivo è la pista, dimostrando di trovare subito un gran feeling: si allena nell’inverno nel 2007, nel 2008 debutta nella Red Bull US Rookies Cup, già 4° in campionato con 2 vittorie all’attivo. Con la chiusura del campionato americano, Gagne viene promosso alla serie “europea” accanto al Motomondiale. Prende confidenza con i circuiti, conclude 6° in campionato nel 2009 con diversi podi, affiancando a questo programma qualche gara nell’AMA SuperSport (600cc 4 tempi). Stesso progetto per questa stagione, ma con ben altre ambizioni: vince quattro gare ed è campione 2010 della Red Bull Rookies Cup, ben figurando anche in America. Per Jake adesso la possibilità di proseguire la carriera nel Vecchio Continente o acquisire esperienza negli States con le 4 tempi, ma con un prestigioso titolo in tasca per un giovane di 17 anni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, disastro Honda senza Marc Marquez. Puig: “Non siamo contenti”

portimao motogp 2020

MotoGP UFFICIALE A Portimão l’ultimo GP della stagione 2020

lowes moto2 brno

Moto2, Lowes 2° a Brno: “Non ne avevo abbastanza per Bastianini”