Moto2: NTS RW Racing GP si presenta con Bendsneyder e Odendaal

NTS RW Racing GP ha presentato i suoi piani per il 2019. Si punta su Steven Odendaal e Bo Bendsneyder, ma c'è anche Alex de Angelis nel ruolo di tester.

14 febbraio 2019 - 16:04

Il Motor Show di Utrecht, allo stand del TT Circuit Assen, è stato il luogo scelto da NTS RW Racing GP per la sua presentazione. Alle 14.00 la squadra di Dwingeloo si è mostrata al pubblico presente con i nuovi colori sulle NTS motorizzate Triumph, ma anche con i piloti. Si punta nuovamente su Steven Odendaal, che accanto avrà un pilota ‘di casa’, Bo Bendsneyder. Da segnalare il ruolo di test rider per Alex de Angelis, anche lui presentato ufficialmente nel corso di questa giornata.

Steven Odendaal disputerà quella che sarà la sua seconda stagione nella struttura olandese, quindi l’uomo di punta per l’esperienza acquisita con il ‘giovane’ telaio NTS. Il pilota sudafricano, nonostante l’esordio in Moto2 avvenuto nel 2011, sarà alla terza annata completa nel Motomondiale. In quel primo anno disputa sei wild card iridate in sella ad una Suter. L’anno successivo è attivo nel CEV Moto2, ma lo vediamo anche nel Mondiale per due gare come sostituto di Cardús infortunato. Nel 2013 Argiñano & Gines Racing gli permette di disputare la prima stagione completa nel Campionato del Mondo, chiusa senza mai andare a punti. Torna nel CEV Moto2 per altre tre annate, vincendo nel 2016, ma parallelamente continua a collezionare titoli anche nei campionati sudafricani. Ad Aragón 2017 ha corso come wild card con NTS, preludio al suo ritorno a tempo pieno nel Motomondiale.

Bo Bendsneyder disputerà la sua seconda stagione in Moto2 quest’anno. Il pilota olandese correrà con una struttura proprio del suo paese, una spinta in più per fare meglio dopo annate complesse. Vincitore della Red Bull Rookies Cup nel 2015, l’anno successivo ha debuttato nella categoria minore del Motomondiale con Red Bull KTM Ajo, rimanendo con la stessa squadra per due anni. Tanti piazzamenti a punti, ma spiccano in particolare due podi, ottenuti solo nella stagione d’esordio. Il 2018 è stato l’anno del passaggio in Moto2 con Tech 3 Racing, cogliendo i primi punti in Thailandia prima di chiudere la stagione. In Giappone infatti l’esplosione del motore della sua Mistral gli ha provocato la frattura esposta della gamba. Rimasto senza sella per il 2019, ha organizzato una campagna di crowdfunding, raccogliendo la cifra necessaria per partecipare al Mondiale e firmando poi un contratto con NTS RW Racing GP.

Entrambi i piloti hanno già svolto uno ‘shakedown’ in questo nuovo anno. La struttura olandese infatti ha realizzato una due giorni di test privati a Valencia assieme ad altri piloti Moto2 e Moto3. Un lavoro utile, focalizzato non solo sul nuovo telaio portato da NTS (un aspetto su cui si è investito molto in squadra), ma anche sul motore Triumph (la maggiore novità del 2019) e sulle sospensioni KYB. In quell’occasione Odendaal ha girato meno del collega per un infortunio ad un piede, ma sia lui che Bendsneyder non mancheranno ai primi test ufficiali di questa nuova annata, in programma a Jerez dal 20 al 22 febbraio.

Foto: GPUpdate.nl

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tre jolly per Marc Marquez: telaio, motore e aerodinamica

Completata una giornata di test per Moto2 e Moto3 al Montmeló

MotoE, Test Valencia: Bradley Smith al top nel Giorno 2