Moto2 Sepang Luthi dichiarato idoneo, nuova visita prima della gara

Gli esami svolti al Centro Medico ed in ospedale hanno escluso lesioni serie per il pilota svizzero, che comunque dovrà aspettare l'ok dei medici per disputare la gara.

28 ottobre 2017 - 13:36

Arrivano buone notizie per quanto riguarda Thomas Luthi, protagonista nel corso delle qualifiche a Sepang di uno spaventoso incidente: dopo aver effettuato tutti gli esami del caso, compresa una TAC in ospedale volta ad escludere lesioni alla testa, il pilota svizzero è stato dichiarato idoneo, ma dovrà comunque sottoporsi ad ulteriori accertamenti medici domenica prima della gara Moto2, prevista per le 6.20 ora italiana (qui cronaca e classifica completa della qualifica)

Aveva sicuramente fatto venire i brividi la caduta di cui era stato protagonista il pilota CarXpert Interwetten, letteralmente lanciato dalla sua KALEX per poi ricadere pesantemente sull’asfalto. Rialzatosi in piedi poco dopo, era stato comunque portato al Centro Medico per controlli. “Thomas è stato colpito alla testa dalla sua moto ben tre volte, la prima delle quali è stata particolarmente violenta. Per questo abbiamo deciso di trasferirlo in ospedale: riteniamo necessario effettuare una TAC precauzionale per escludere così eventuali lesioni” aveva dichiarato il dottor Charte, responsabile medico Dorna, ai microfoni di MovistarTV, confermando anche di non aver rilevato fratture alla caviglia destra, alla quale erano state fatte tre radiografie.

Per il pilota quindi le conseguenze sono state meno gravi del previsto vista l’entità della caduta, ma bisognerà aspettare comunque l’OK dei medici in vista della gara. Sarà difficile comunque che Luthi voglia rinunciare a correre, considerando il fatto che c’è ancora un titolo iridato in ballo, con un ritardo attuale di soli 29 punti dal leader Franco Morbidelli.

Moto2 Sepang La qualifica, cronaca e classifica completa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Paolo Ciabatti risponde ad Alberto Puig: “Vuole creare polemiche”

Baldassarri o Gardner in Avintia, Tito Rabat verso la Superbike

Walderstown fatale a Darren Keys