ARRC ASB1000 Suzuka Gara 1: Broc Parkes torna alla vittoria

Broc Parkes vince Gara 1 dell'ASB1000 Superbike a Suzuka e rafforza la leadership della top class dell'Asia Road Racing Championship.

29 giugno 2019 - 11:58

La prima gara nella storia dell’ASB1000 a Suzuka premia uno dei grandi specialisti del circuito dell’ottovolante. Broc Parkes, leader della top class dell’Asia Road Racing Championship, ha messo a segno la seconda vittoria stagionale, allungando sempre più in campionato. L’australiano, schierato dal Yamaha Racing Team ASEAN, conferma il suo particolare feeling con il mitico tracciato del Sol Levante, regolando l’idolo di casa e pupillo Honda, Zaqhwan Zaidi.

PARKES SBAGLIA MA RIMEDIA

Per Broc Parkes non è stata una vittoria affatto facile. Nelle battute iniziali della contesa si era ritrovato preceduto dal poleman Zaidi e da uno scatenato Shah Kamaruzaman, scivolando ad un certo punto al sesto posto per un proprio errore all’Hairpin. Uno dopo l’altro, Parkes ha sfilato tutti impossessandosi del comando, lasciando per poco meno di un giro a vantaggio di Zaidi per una nuova sbavatura in ingresso dell’Hairpin. Un conseguente errore del pilota Honda Asia alla prima curva ha spalancato le porte del successo dell’ex vice-Campione del Mondo Supersport, al secondo hurrà stagionale e sempre più leader della generale.

ZAIDI SECONDO

Così come Parkes prossimamente impegnato proprio alla 8 ore di Suzuka, Zaqhwan Zaidi dopo la pole non è riuscito a ripetersi in gara. Il portacolori del team Honda Asia diretto da Makoto Tamada ha rimediato ad un errore portando a termine la corsa in seconda posizione, facendosi anche notare per un deciso sorpasso alla 130R a scapito di Apiwath Wongthananon (4°). Terzo posto per Azlan Shah Kamaruzaman, reduce dalla doppietta di Buriram, a completare l’ennesimo podio multi-marca con rappresentate Yamaha, Honda e BMW.

WILD CARD

Aspettando Gara 2, non ha inciso Bryan Staring, quinto con Kawasaki Thailand da sostituto dell’infortunato Warokorn. A seguire è soltanto sesto Yuki Ito, mentre tra le wild card d’eccezione il belga Bastien Mackels con la Kawasaki dell’iconico TRICKSTAR Racing ha avuto ragione dell’ex pilota del Mondiale Superbike Shinichi Nakatomi, con Hitman Koshien Yamaha abitualmente impegnato nell’All Japan. Fuori gioco un veterano come Koji Teramoto mentre TJ Alberto è dodicesimo con la prima Ducati Panigale V4 R.

Asia Road Racing Championship 2019
ASB1000 – Superbike
Suzuka Circuit, Classifica Gara 1

1- Broc Parkes – Yamaha Racing Team ASEAN – Yamaha YZF R1 – 11 giri

2- Zaqhwan Zaidi – Honda Asia Dream Racing with Showa – Honda CBR 1000RR SP2 – + 2.922

3- Azlan Shah Kamaruzaman – ONEXOX TKKR SAG Team – BMW S1000RR – + 3.090

4- Apiwath Wongthananon – Yamaha Thailand Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 4.204

5- Bryan Staring – Kawasaki Thailand Racing Team – Kawasaki ZX-10RR – + 6.720

6- Yuki Ito – Yamaha Racing Team ASEAN – Yamaha YZF R1 – + 6.783

7- Ratthapong Wilairot – Yamaha Thailand Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 14.621

8- Bastien Mackels – Webike TRICKSTAR Victor Racing – Kawasaki ZX-10RR – + 16.253

9- Shinichi Nakatomi – Hitman RC Koshien Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 20.632

10- Kazuma Tsuda – Victor Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 37.236

11- Chaiwichit Nisakul – Kawasaki Thailand Racing Team – Kawasaki ZX-10RR – + 50.553

12- TJ Alberto – Access Plus Racing Ducati Philippines Essenza Team – Ducati Panigale V4 R – + 50.820

13- Ali Andriansyah Rusmiputro – ONEXOX TKKR SAG Team – BMW S1000RR – + 1’12.742

14- Jonathan Serrapica – Access Plus Racing Ducati Philippines Essenza Team – Ducati Panigale V4 R – + 2’18.951

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Europeo Mini Road Racing 2019, Assen

Assen: Europeo Mini Road Racing 2019 Pokerissimo Italia

british talent cup

British Talent Cup: Il titolo 2019 si decide a Silverstone

All Japan Superbike

All Japan Superbike Motegi: Nakasuga torna alla vittoria