Beaubier

MotoAmerica Laguna Seca: Beaubier saluta al top, Zanetti 6 podi su 6

Cameron Beaubier saluta la MotoAmerica Superbike con la tripletta di Laguna Seca, Lorenzo Zanetti 3° conquista con Ducati il 6° podio in 6 gare di fila.

26 ottobre 2020 - 0:15

Una Gara 3 a Laguna Seca tra illustrissimi addii e, si spera, un auspicato “arrivederci“. La conclusiva corsa stagionale della MotoAmerica Superbike ha proposto nuovamente sul gradino più alto del podio Cameron Beaubier, sempre più recordman della serie, già con il pensiero rivolto alla sua prossima avventura professionale in Moto2. Con il #1 della Superbike d’oltreoceano in trionfo, il nostro Lorenzo Zanetti ha concluso terzo, autore di una nuova impresa: 6 podi in 6 gare con la Panigale V4 R in configurazione Superbike del sodalizio Celtic/HSBK Racing Ducati New York.

BEAUBIER LASCIA DA CAMPIONE

Chiusi matematicamente i giochi-campionato nel precedente round disputatosi ad Indy, in quel di Monterey il 5 volte Campione Cameron Beaubier ha pensato a godersi nel miglior modo possibile il fine settimana. Tutt’uno con la Yamaha R1 preparata da Attack Performance, a seguirlo in pista si comprende benissimo perché avrà una chance mondiale in Moto2 nel prossimo biennio con American Racing. Guida spaziale, tempi strepitosi (1’23″185 al secondo giro a 2 decimi dal record siglato stagioni or sono con le Dunlop da Superpole…), semplicemente inarrestabile. Secondo copione, Beaubier ha calato il tris a Laguna Seca portando a 51 il numero di affermazioni nella MotoAmerica Superbike dal 2015 ad oggi, 16 stagionali pareggiando il record di successi nel medesimo anno detenuto da Josh Hayes. Tesi condivisa da tutti (avversari esclusi…), sicuramente mancherà al circus del MotoAmerica.

ELIAS SALUTA SUZUKI

Gara degli addii, dicevamo. Oltre a Beaubier, anche Toni Elias ha vissuto un weekend di congedo da Suzuki dopo un lustro di successi comprensivo del titolo 2017. Passato (verrebbe da dire suo malgrado…) da Yoshimura al Team Hammer/M4 quest’anno, da Indianapolis il primo iridato Moto2 della storia ha cambiato passo: pole ad Indy, triplice podio a Laguna Seca. Troppo tardi per Toni, il quale nei giorni scorsi ha annunciato che lascerà la casa di Hamamatsu per intraprendere, questo il suo desiderio, un nuovo sodalizio nel MotoAmerica. “Non so ancora se questa sarà la mia ultima gara, ma sono soddisfatto di com’è andata“, ha dichiarato nel dopo-gara. Elias, 37 anni, sogna di ereditare da Beaubier la R1 Campionessa in carica, ma in realtà si è già portato avanti con le alternative: domani, proprio a Laguna Seca, salirà in sella ad una Ducati Panigale V4 R.

ZANETTI 6 PODI SU 6

L’auspicato “arrivederci” menzionato sopra riguarda Lorenzo Zanetti. Dopo una pregressa esperienza con una Panigale Stock al Ridge Motorsports Park, tra Indy e Laguna con la V4 R in configurazione Superbike arrivata direttamente da Ducati Corse non ha sbagliato un colpo. Qualche numero? Sei gare, 6 podi con annessa (storica) vittoria nella seconda manche di Indianapolis, uno dei soli 3 piloti insieme a Beaubier e Fong a vincere quest’anno nella MotoAmerica Superbike. Il tutto su piste a lui sconosciute, con gomme Dunlop scoperte in corso d’opera, con una squadra rafforzatasi soltanto di recente con l’innesto di due tecnici Ducati Corse. Il pilota bresciano ampiamente ha dimostrato il suo valore, confermando con pieno merito e titolo di potersela giocare ad alti, altissimi livelli oltreoceano. L’auspicio è che possa continuare questa esperienza a tempo pieno l’anno venturo, sempre con Ducati.

CANEPA SESTO CON YAMAHA

Se nel MotoAmerica si parla sempre più italiano lo si deve anche a Niccolò Canepa. Primo ed unico italiano Campione del Mondo Endurance, da sostituto dell’infortunato Mathew Scholtz ha svolto per il Westby Racing un weekend da tester veloce, affinando lo sviluppo della R1. Nelle tre gare ha conquistato tre sesti posti, mettendosi in mostra al suo ritorno a Laguna Seca ed al debutto nella Superbike d’oltreoceano. Arrivando nella conclusiva manche a 2″ dal vice-Campione 2020 Jake Gagne (Attack Yamaha), riuscendo a concludere davanti al vincitore della 200 miglia di Daytona 2019, Kyle Wyman (KWR Ducati).

MotoAmerica HONOS Superbike 2020

Laguna Seca, Classifica Gara 3

1- Cameron Beaubier – Monster Energy Attack Performance Yamaha – Yamaha YZF R1 – 20 giri in 28’18.434

2- Toni Elias – M4 ECSTAR Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 4.761

3- Lorenzo Zanetti – Warhorse HSBK Racing Ducati New York – Ducati Panigale V4 R – + 7.259

4- Bobby Fong – M4 ECSTAR Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 10.315

5- Jake Gagne – Monster Energy Attack Performance Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 19.332

6- Niccolò Canepa – Westby Racing – Yamaha YZF R1 – + 21.823

7- Kyle Wyman – Ducati Richmond/KWR Ducati Team – Ducati Panigale V4 R – + 27.460

8- Cameron Petersen – Altus Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 31.689

9- Michael Gilbert – FLY Racing ADR Motorsports – Suzuki GSX-R 1000 – + 48.522

10- Corey Alexander – Ride HVMC Racing – Kawasaki ZX-10R – + 54.086

11- Max Flinders – Thrashed Bike Racing LLC – Yamaha YZF R1 – + 1’03.921

12- Danilo Lewis – Procomps Racing Team – BMW S1000RR – + 1’08.568

13- Josh Herrin – Scheibe Racing – BMW S1000RR – + 1’09.866

14- Alex Dumas – M4 ECSTAR Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’10.710

15- Sam Verderico – FLY Racing ADR Motorsports – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

16- Travis Wyman – Travis Wyman Racing – BMW S1000RR – a 4 giri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

TT

Cancellata l’edizione 2021 del TT all’Isola di Man

ARRC

ARRC 2021: svelato il calendario con 6 round

beaubier moto2

Moto2: Cameron Beaubier, primi test interessanti. Già pronto a sorprendere?