Franciacorta, concluso il terzo Meeting Epoca in Pista

Si è appena concluso un nuovo fine settimana di gare con le Moto d'Epoca, di scena questa volta all'Autodromo di Franciacorta.

19 giugno 2018 - 9:26

Il terzo appuntamento stagionale con le Moto d’Epoca, organizzato dalla FMI e di scena il 16 e 17 giugno all’Autodromo “Daniel Bonara” di Castrezzato, ha visto impegnati 278 piloti divisi in 15 classi, con 58 di loro che hanno animato la seconda prova del Campionato Italiano Vintage Endurance. Nella Vintage Mini, è arrivato un autorevole successo di Giorgia Bonadiman.

Con due giorni di tempo splendido e temperature sempre intorno ai 30 gradi, il Meeting Epoca in Pista, organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana, ha fatto ritorno all’Autodromo di Franciacorta. Molto intenso il programma: domenica mattina gare di Gruppo 4 (con il concetto della regolarità) e Gruppo 5 (velocità pura), in entrambi i casi con moto da competizione di almeno 20 anni. Nel pomeriggio invece ha preso il via la seconda prova del Campionato Italiano Vintage Endurance: 3 ore di guida continua con moto da competizione antecedenti al 1997, condotte da coppie o terne di piloti in una gara senza respiro, con partenza “stile Le Mans”, rifornimenti e cambio piloti in pit lane. Tutte le gare sono state molto combattute, confermando nella maggior parte dei casi quanto già visto negli appuntamenti di Varano e Vallelunga.

Nell’Endurance, il sole cocente ha sicuramente influito sui fisici meno preparati, ma non ha comunque impedito ai team Biker’s Island (con Samuele Sardi e Oreste Zaccarelli), 117 Racing Team (Nico Bonifacio e Matteo Giordani) e Scuderia Borgo (Orlando Fusco, Ernesto Bisi, Andrea Ancarani) di aggiudicarsi le prime tre posizioni nella Maxi Classic, la gara più importante della categoria.

Nella classe Vintage Mini, domenica mattina, il risultato “a sorpresa” è stata l’autorevole vittoria di Giorgia Bonadiman, che ha messo in fila altri 13 piloti realizzando anche il cosiddetto “giro perfetto”, che ufficializza la migliore continuità di guida nella gara.

Infine, come ormai tradizione, Kawasaki Italia (Sponsor del Campionato Endurance) era presente nel paddock con una propria struttura per offrire demo ride gratuiti delle nuovissime Z900RS e Z900RS CAFE. Prosegue anche il “Trofeo Vintage Airoh 2018”, che premierà a fine Campionato i piloti migliori classificati nelle varie classi, con il solo vincolo di avere gareggiato indossando sempre un casco Airoh.

Ora si pensa già ai prossimi appuntamenti: si riparte ad Adria l’1 e 2 settembre, seguita da Misano il 6 e 7 ottobre, in entrambi i casi con le gare dell’Italiano Endurance in notturna. Per maggior informazioni è possibile consultare Vintage FMI su facebook (https://www.facebook.com/vintagefmi/ ), Vimeo (https://vimeo.com/search?q=vintage+fmi ), Instagram (https://www.instagram.com/vintagefmi/ )

Foto: Federazione Motociclistica Italiana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motoestate show a Franciacorta: tutti i vincitori e i protagonisti

British Talent Cup: Seabright e Horsman vincenti a Snetterton

CEV Moto2: Piotr Biesiekirski operato per sindrome compartimentale