Giovanni Baggi

VIDEO Intervista a Giovanni Baggi: “Il 2021 del team AvioBike”

Giovanni Baggi, titolare e pilota del team AvioBike protagonista del Mondiale Endurance, confida le sue aspettative per la stagione 2021, ma non solo...

13 maggio 2021 - 21:15

Dal Bol d’Or 2017, una nuova realtà italiana è protagonista del Mondiale Endurance. Il team AvioBike di-e-con Giovanni Baggi, team manager e contestualmente pilota della formazione tricolore, ha progressivamente scalato le posizioni di alta classifica della Superstock, conquistando nel settembre 2020 alla 12 ore di Estoril uno storico secondo posto di categoria. Un risultato di rilievo per il team AvioBike con lo stesso Giovanni Baggi, in questa video-intervista, che ci ha rivelato le sue aspettative in previsione della stagione 2021 del FIM EWC.

IL RINVIO DELLA 24H LE MANS

Cercando di vedere un aspetto positivo, quando ci hanno comunicato che la 24 ore di Le Mans sarebbe stata posticipata a giugno, proprio quel giorno stavamo caricando il camion per la partenza. Ho chiamato tutti i ragazzi del team dicendo: “Fermate tutto, andiamo a bere una birra insieme!”. Ho tirato un sospiro di sollievo perché, come capita tutti gli anni, per quanto ti prepari ad un evento di questo genere, arrivi sempre lungo. A maggior ragione quest’anno con moto nuove e con tanti dettagli da sistemare. Sotto il profilo dell’impegno, chiaramente mi son detto “Cavolo!”… tutte le sere tardi in officina, weekend dedicati a prepararci per questa gara, poi dall’oggi al domani la gara viene posticipata. Pensi all’economia che, una squadra piccola come la mia, non può sottovalutare. Abbiamo anticipato dei soldi per l’iscrizione, trasferta, viaggio, albergo per una gara che non è ancora stata fatta. Chiaro, non è colpa di nessuno, perché davanti ad una pandemia c’è poco da fare. Per quanto concerne la cancellazione della 8 ore di Oschersleben, sono dispiaciuto perché avevo già scelto un pilota in funzione proprio di questa gara. Sarà con noi in Portogallo, ma non potremmo sfruttare questa occasione per avere un’ottima visibilità in Germania. Sarebbe bello trovare un’alternativa ad Oschersleben, ma a quanto pare non ci sarà un evento sostitutivo.

2021

Ci presenteremo al via con le R1 2021 e con una nuova livrea, molto bella. In quanto team italiano Yamaha dell’Endurance, insieme a Yamaha Europe rappresentata da Andrea Dosoli e Luca Lussana di Yamaha Motor Italia, abbiamo trovato un compromesso per portare in pista un po’ di blu abbinato al mio colore storico. La nostra ricetta di squadra funziona. Io sono “il vecchietto che ce la mette tutta” e sono felice di riavere con noi in squadra Andrea Boscoscuro. Sono contentissimo di averlo trovato sulla mia strada, si è rivelato un elemento preziosissimo per il nostro team. Per quanto concerne il terzo pilota, ad oggi è Christopher Kemmer.

La nuova livrea del team AvioBike realizzata da K-Now Sport Communication

In realtà ad inizio stagione avevamo trovato l’intesa con Jean Edouard Aubry, un pilota francese che mi aveva fatto sudare le proverbiali sette camicie in pista al Bol d’Or e Le Mans. Eravamo vicini di box, ci siamo conosciuti, così è nata una bella amicizia. Quando lo contattai per chiedergli se gli avrebbe fatto piacere correre con noi, mi rispose che sarebbe stato onorato! Purtroppo in un test a Le Mans si è fratturato la clavicola, così nel frattempo ho trovato l’accordo con Kemmer. Tuttavia, con la 24 ore posticipata, nel frattempo ha recuperato dall’infortunio. Adesso siamo persino in troppi e, lo devo ammettere, sono combattuto. Non so se si tratta di un segno del destino, che è arrivato per me il momento di indossare solo la camicia da team manager e dedicarmi al 100 % al lavoro dietro le quinte, ma ci rifletterò nelle prossime settimane…

IL PODIO ALLA 12H ESTORIL

In un 2020 di pandemia, avevamo deciso di centellinare le risorse e disputare la 24 ore più vicina a casa, ovvero il Bol d’Or a Le Castellet. Tuttavia, ad 1 mese dall’evento, la gara è stata cancellata e per Le Mans le iscrizioni erano chiuse. A quel punto ci siamo detti cosa fare e sì, abbiamo deciso di tirarci su le maniche ed andare ad Estoril. Eravamo in un periodo non facile per quanto successo a Niccolò Rosso, così siamo partiti con Andrea Boscoscuro più Christian Napoli, quest’ultimo disponibile in quanto il suo attuale team non avrebbe preso parte alla trasferta portoghese. Quel podio è frutto di una gran gara, gestita alla perfezione dal nostro team.

Giovanni Baggi in azione ad Estoril

Per quanto mi riguarda, tuttora non mi capacito di come sono riuscito a correre. Dopo la brutta caduta nelle prove sembrava impossibile, praticamente non riuscivo a muovermi per via della contusione all’anca, strappo pettorale e sublussazione della clavicola. Il giorno dopo ero convinto di non farcela, tanto che, non l’ho mai detto a nessuno, chiamai Christian Gamarino per sostituirmi, ma non c’era un volo che lo avrebbe potuto portare in tempo utile ad Estoril. A quel punto mi sono fatto coraggio, mi sono qualificato e poi la gara è andata com’è andata. Adesso nelle classifiche ci siamo anche noi: quel podio non ce lo toglierà nessuno.”

PASSIONE ENDURANCE

Pre-pandemia ho avuto la fortuna di fare in tempo a vivere la vera 24 ore di Le Mans, il vero Bol d’Or, la vera 8 ore di Oschersleben con il pubblico. Mi sono reso conto in prima persona del seguito che ha questa specialità a livello mediatico, in termini di numeri, di spettatori, di coinvolgimento… un gran campionato! Ancor oggi ringrazio le persone che mi hanno fatto avvicinare all’Endurance. Mi hanno fatto scoprire qualcosa di diverso e, per certi versi, qui ho ritrovato l’entusiasmo di un tempo, come se fossi agli inizi della carriera da pilota.

Nel video d’apertura trovate l’intervista integrale con qualche curiosità sul team AvioBike e la carriera nel motociclismo di Giovanni Baggi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

24h Spa

La 24h di Spa nel calendario FIM EWC il 4-5 giugno 2022

Endurance

Dopo 6 ore, 0″070 per la vittoria: questo è l’Endurance

FIM EWC

YART Yamaha in pole alla 6 ore di Most del FIM EWC