BMW Motorrad

BMW Motorrad EWC: assalto al titolo mondiale 2022

La stagione 2021 del Mondiale Endurance ha portato al team BMW Motorrad EWC la prima vittoria, ma per l'anno prossimo l'obiettivo dichiarato è il titolo mondiale.

17 novembre 2021 - 15:04

Annunciato nell’agosto del 2019, l’impegno ufficiale BMW Motorrad nel Mondiale Endurance FIM EWC prevedeva un iniziale programma triennale. Una prima stagione per far esperienza e conquistare qualche podio, la seconda per le prime vittorie, la terza per l’assalto deciso e definitivo al titolo iridato. Giunti a 2/3 di questo cammino, lo squadrone ufficiale dell’Elica ha rispettato appieno questo programma iniziale. Con la consapevolezza, in ottica 2022, di poter a tutti gli effetti ambire al massimo risultato.

RITORNO UFFICIALE

A più riprese BMW Motorrad ha investito risorse nelle competizioni motociclistiche di durata. Dal debutto della S 1000 RR, inizialmente affidandosi a BMP 99, arrivando nel biennio 2011-2012 a giocarsi il titolo di categoria. Con il disimpegno della struttura di Michael Bartholemy, successivamente si è fatto affidamento su squadre esterne (Penz13, Tecmas, ERC), prima di propendere per un impegno diretto, mutuando la medesima filosofia del Mondiale Superbike. Gestione affidata al Team MRP di Werner Daemen, ma iscrizione sotto le insegne BMW Motorrad World Endurance con moto factory a tutti gli effetti.

PRIMI RISULTATI RAGGIUNTI

Le prime due stagioni di questo progetto sono caratterizzate da alcuni rimpianti, ma anche dai primi risultati raggiunti. Nel 2019, pronti-via, due-podi-su-due tra Bol d’Or e Sepang, ritrovandosi in lizza per il titolo fino alla caduta di Ilya Mikhalchik a 15 minuti dal termine della 24 ore di Le Mans. Anche in questa stagione 2021 sono arrivati podi, il secondo posto in campionato e, alla 6 ore di Most, la vittoria. Un (sofferto) successo che mancava da 9 anni a questa parte per BMW nell’Endurance, a detta dei responsabili della casa madre il primo passo in ottica 2022.

VERSO IL 2022

La BMW M 1000 RR ha già espresso un gran potenziale in configurazione EWC, con la squadra #37 di fatto team di riferimento Dunlop nella specialità. Con l’esperienza maturata nel corso di questa stagione, l’obiettivo dichiarato per il 2022 è il titolo iridato, rinnovando per il momento la fiducia ai soli Markus Reiterberger e Ilya Mikhalchik, elementi imprescindibili dell’equipaggio titolare. Le aspettative ed i propositi ambiziosi non mancano, così come i preparativi, con un intenso programma di test e persino già una vittoria in ottica 2022 all’attivo, ripensando al successo alla 6 ore di Spa Francorchamps dello scorso mese di agosto…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jeremy Guarnoni

Jeremy Guarnoni nuovo pilota BMW Motorrad per il FIM EWC

Kawasaki SRC

Kawasaki SRC cambia tutto per l’assalto al FIM EWC 2022

Jeremy Guarnoni

Jeremy Guarnoni lascia Kawasaki SRC e parte la rivoluzione