Bol d'Or

Il Bol d’Or apre la stagione 2019/2020 del FIM EWC

Con la 83esima edizione del Bol d'Or scatta una stagione 2019/2020 del FIM EWC all'insegna delle novità con 6 costruttori presenti e tanta Italia al via.

18 settembre 2019 - 11:50

La grande classica dell’Endurance d’Oltralpe, l’83esima edizione di una corsa leggendaria. Con il Bol d’Or, scatta questo fine settimana la stagione 2019/2020 del Mondiale Endurance FIM EWC. Per la quarta distinta occasione adottando il calendario invernale (si inizia nel settembre 2019 con il Bol d’Or, gran finale nel luglio 2020 con la 8 ore di Suzuka), la serie delle corse motociclistiche di durata presenterà molteplici tematiche d’interesse con numeri che testimoniano il suo stato di salute. Tornato nella sua “casa” rappresentata dal Circuit Paul Ricard di Le Castellet dal 2015, il Bol d’Or presenterà 57 team al via, 6 differenti case costruttrici, 5 delle quali già presenti in forma diretta e ufficiale nel FIM EWC.

SCATTA IL FIM EWC 2019/2020

Alle 15:00 di sabato 21 settembre prenderà ufficialmente il via una stagione del FIM EWC destinata a consolidare ulteriormente il buon momento della specialità. Nelle ultime quattro stagioni, quattro differenti costruttori (Suzuki, Yamaha, Honda e Kawasaki) si sono assicurati il titolo di categoria. Medesimo discorso nell’albo d’oro del Bol d’Or, con quattro case in trionfo nell’ultimo quadriennio. Un “pluralismo che piace” ribadito dalla partecipazione di cinque costruttori ufficiali (Kawasaki, Honda, Suzuki, Yamaha e BMW) che hanno sposato la causa del FIM EWC, oltretutto con l’attesissimo debutto della Ducati Panigale V4 R nel fine settimana a Le Castellet.

TOP TEAM

Reduci dalla stagione più scoppiettante dell’Endurance, al Bol d’Or si ripartirà dal rocambolesco epilogo della 8 ore di Suzuka. Kawasaki SRC, con il #1 ben in vista sul cupolino, prenderà (finalmente…) parte a tutta la stagione rinnovando il sodalizio con Pirelli e con il trio titolare formato da Jeremy Guarnoni, Erwan Nigon e David Checa. Da vice-Campioni e detentori del trofeo, F.C.C. TSR Honda punta a tornare sul gradino più alto del podio con Josh Hook, Freddy Foray e Mike Di Meglio, mentre YART Yamaha porterà in pista un trio delle meraviglie: accanto al nostro Niccolò Canepa (vincitore del Bol d’Or 2017) correranno Marvin Fritz più Loris Baz, convocato in sostituzione di Broc Parkes impegnato nella ASB1000 a Sepang.

Il primo round 2019/2020 sancirà inoltre il battesimo del nuovo corso della Suzuki SERT senza Dominique Meliand (sarà presente da illustre ospite), così come il debutto ufficiale dello squadrone BMW Motorrad World Endurance Team con la nuova S1000RR.

NOVITÀ

Il disimpegno di tre squadre come Honda Endurance Racing, Penz13 Yamaha (rientrerà a Le Mans) e Mercury Racing BMW pesa nel computo dei team iscritti, ma al Bol d’Or non mancheranno le novità. In un FIM EWC che alza sempre più l’asticella, vedremo al via due nuove squadre come Kawasaki Català e JEG-Kagayama Suzuki, senza scordarci dell’Hertrampf Racing che farà debuttare la nuova Ducati Panigale V4 R con il supporto di un ingegnere elettronico Ducati Corse. Per il 2020 la partecipazione di Borgo Panigale potrebbe estendersi con un altro top team della categoria, testimoniando l’interesse in costante ascesa di aziende e costruttori verso il Mondiale Endurance.

GRAND’ITALIA

Cresce il FIM EWC e, parallelamente, il movimento italiano annovera sempre più protagonisti. Detto di Niccolò Canepa, in una esplosiva Superstock Roberto Rolfo si ripresenterà nuovamente al via da vincitore della Coppa del Mondo di categoria 2018/2019 con Moto Ain Yamaha, passando tuttavia agli pneumatici Michelin. Nella Stock punteranno in alto anche Kevin Manfredi e Christian Gamarino, titolari dell’ambizioso Kawasaki Team 33 Louit Moto, così come il No Limits Motor Team di Moreno Codeluppi.

La “Nazionale italiana” dell’Endurance concluse 3° al Bol d’Or lo scorso anno, schierando in questa circostanza Luca Scassa, Eddy Dupuy e Christoffer Kemmer in sella alla Suzuki GSX-R 1000 #44. Prenderà parte a tutta la stagione 2019/2020 anche il team AvioBike di-e-con Giovanni Baggi affiancato da Andrea Boscoscuro e Niccolò Rosso, mentre i fratelli Christian e Federico Napoli proseguiranno l’esperienza con Energie Endurance 91 Kawasaki. Grandi ambiziosi anche per il giovane Jacopo Cretaro, favorito con il team ITeM 17 per la vittoria nella classe Experimental.

IN TV

Eurosport 2 trasmetterà in diretta la partenza del Bol d’Or 2019 sabato 21 settembre dalle 14:45 alle 17:50, mentre domenica 22 settembre live non-stop dalle 6:00 fino all’arrivo previsto alle 15:00. Nei giorni successivi Sky Sport MotoGP HD garantirà 45 minuti di sintesi dell’evento che apre la stagione 2019/2020 del FIM EWC.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

8 ore di Sepang

Al via la 8 ore di Sepang del FIM EWC: première di lusso

8 ore di Sepang

Team All Japan alla 8 ore di Sepang sognando Suzuka 2020

Randy De Puniet

Randy De Puniet con Ducati ERC alla 8 ore di Sepang