MotoGP Stiria 2020

MotoGP, tifoso scavalca le recinzioni: un arresto in Stiria

MotoGP ancora a porte chiuse, almeno fino a Misano. In Stiria un tifoso arrestato per aver scavalcato le recinzioni e inveito contro le forze dell'ordine.

25 agosto 2020 - 10:27

La MotoGP 2020 chiude il quinto round stagionale ancora una volta a porte chiuse, in attesa del primo Gran Premio a porte semi-aperte a Misano. Qui saranno previsti 10mila fan sugli spalti, salvo dietrofront nei prossimi giorni per via dell’ascesa dei nuovi contagi. Se a Brno decine di tifosi sono riusciti ad addentrarsi nella boscaglia circostante al circuito per ammirare i propri beniamini, al Red Bull Ring l’organizzazione è stata impeccabile.

Un facinoroso arrestato

Non tutte le ciambelle riescono col buco e c’è sempre un’eccezione che conferma la regola. La polizia che ha blindato il Red Bull Ring ha fatto desistere possibili curiosi, anche se sabato solo un fan violento è stato segnalato sui registri delle autorità austriache. Come riporta Speedweek.com si tratta di un 57enne del distretto di Kirchdorf. Secondo la polizia, sabato 22 agosto l’uomo avrebbe cercato di entrare nell’autodromo attraverso una delle alte recinzioni. Avvistato già nel week-end MotoGP precedente, in quella circostanza di era mostrato comprensivo.

Stavolta l’uomo non solo ha provato a saltare la delimitazione, ma si è mostrato aggressivo nei confronti delle forze dell’ordine. il 57enne è stato braccato nell’area dell’ingresso principale e portato al carcere di Leoben. “È stato un caso isolato“, ha spiegato il responsabile delle operazioni di polizia Günther Perger. “C’erano alcuni fan internazionali lì in entrambi i fine settimana, ma lo schieramento ha funzionato secondo i piani“. Nonostante le gare senza tifosi sugli spalti, il turismo nella zona ha contato 30.000 pernottamenti aggiuntivi nella regione.

Misano apre al pubblico

Intanto aumentano seppur lentamente i contagi intorno all’area del Misano World Circuit Marco Simoncelli. Per il momento la presenza degli spettatori è fuori discussione, ma da qui agli appuntamenti dell’11-13 settembre e del 18-20 settembre non sono da escludere cambiamenti al programma. La maggior parte dei contagi di Coronavirus si registrano tra i giovani che frequentano le discoteche. Il governatore Stefano Bonaccini nei giorni scorsi ha spento ogni polemica sui week-end di MotoGP: “Dove prima entravano 150mila persone (nei tre giorni di GP) metterne ora 10mila non sarà molto complicato“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi pronto a firmare: “Mi spiace per Alex e Brent”

Crutchlow MotoGP

MotoGP, Cal Crutchlow idoneo: “Fino a ieri impossibile pensare di correre”

motogp catalunya

MotoGP, Andrea Dovizioso: “La stagione in un certo senso inizia adesso”