Motomondiale: è scomparso Ralf Waldmann

Motomondiale: è scomparso Ralf Waldmann

E’ stato ritrovato senza vita in casa sua Ralf Waldmann, commentatore Eurosport per il Motomondiale nonché vice campione del mondo 250cc in due occasioni.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Non sono chiare le cause della morte di Ralf ‘Waldi’ Waldmann, cinquantunenne ex pilota motociclistico in attività nel Motomondiale negli anni ’90, ritrovato in casa senza vita nella sua casa di Ennepental da un operaio venuto per un controllo di routine all’impianto di riscaldamento. L’ipotesi è che sia stato colto da un infarto. Personaggio molto conosciuto ed apprezzato nel paddock, detiene un curioso record: è stato il pilota più vincente senza mai aver conquistato il titolo iridato.

Classe 1966, Waldmann ha esordito nel Campionato nel Mondo nella categoria 80cc da campione nazionale, nella quale rimane per quattro stagioni. Nel biennio 1988-1989 compete contemporaneamente anche in 125cc, prima di correre a tempo pieno solo in questa categoria: è nel 1991 che arrivano le prime vittorie iridate, unite ad altri due podi, risultati che gli permettono di chiudere al terzo posto in classifica piloti. Stesso risultato anche l’anno successivo grazie ad altri tre successi e tre podi, mentre è 4° nel 1994 con un successo e cinque piazzamenti sul podio. Sarà però in 250cc che otterrà i suoi maggiori successi: nel 1996 e nel 1997 infatti sfiora la corona mondiale ma chiude ‘solo’ come vice campione del mondo della categoria dopo aver ottenuto complessivamente otto vittorie ed altri tredici podi.

La sua ultima stagione completa nel Campionato del Mondo risale al 2000, anno del quale ci si ricorda la vittoria più curiosa: a Donington rischiò molto nella scelta delle gomme in condizioni avverse, ma riuscì a realizzare una straordinaria rimonta battendo all’ultimo Olivier Jaque. Nel 2002, dopo un anno sabbatico, Aprilia gli offre un posto, abbandonato dopo alcuni risultati negativi. Nel 2005 disputa come wild card in Superbike il GP di Germania all’EuroSpeedway Lausitz, mentre nel 2009 realizza un’apparizione occasionale nel corso del Gran Premio di Gran Bretagna, ritirandosi. Nonostante l’attività agonistica fosse conclusa, non è mai rimasto lontano dai motori: ha lavorato come meccanico presso Kiefer Racing per i piloti Robert Mureșan e Gabriel Ramos, aveva comprato in società lo storico marchio MZ (prima della sua chiusura nel 2008), e più di recente dal 2016 era diventato uno dei commentatori del Motomondiale per Eurosport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy